stampa
Dimensione testo
SERIE A

Il Palermo in campo a Torino, senza Barreto e Vazquez: occasione per Belotti

di

PALERMO. Un po’ come a Genova il tema della partita è di quelli che tanto piacciono ai rosa. Avversario ferito per la beffa subita nel derby, prevedibilmente arrembante e ovviamente vulnerabile in contropiede. La «rabbia» della squadra di Ventura può essere un vantaggio in più per Iachini, un mago del calcio ping-pong: «giochi tu, vinco io». Ma stasera Iachini avrà due problemi: mancano Barreto e Vazquez, entrambi squalificati. E non sappiamo indicare quale delle due assenze potrà pesare di più. Giocatori diversissimi, complementari e molto utili. Quello che li accomuna è la capacità di fare ripartire l’azione, motivo per cui Iachini dovrà modificare un po’ la struttura della squadra. Puntando magari su qualche lancio lungo in più per Belotti, che oggi dovrebbe tornare titolare (l’ultima volta col Chievo il 29 ottobre) nel più classico dei «3-5-2». Senza Vazquez il Palermo dovrebbe proporre infatti il modulo adottato nella prima parte dello scorso cambionato, quando El Mudo era ancora in punizione. E di conseguenza Paolo Dybala potrebbe giocare leggermente arretrato. Avrete notato che usiamo rigorosamente il condizionale, perchè le notti insonni di Iachini spesso hanno portato soluzioni impreviste.

Con più di un girone da giocare impossibile definire questa partita decisiva per qualsiasi traguardo. Però se mettiamo insieme tutti i tasselli di questo puzzle rosanero possiamo darle una certa importanza. Fare risultato anche a Torino (e sarebbe il sesto utile di fila, i rosa sono imbattuti proprio dalla gara contro la Juve) senza un paio di pedine importanti (ma anche ai granata mancano Gazzi e Nocerino) sarebbe come conseguire una sorta di patente di credibilità. Vorrebbe dire che intanto la salvezza è in ghiaccio e che è lecito pensare a qualcosa di più. Europa? Fate voi. Diciamo solo qualcosa in più della salvezza. Sarebbe bello anche stazionare stabilmente nella parte sinistra della classifica, emozione che avevamo dimenticato.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X