SERIE A

Palermo, arriva la prima vittoria
Battuto il Cesena all'ultimo affondo

di
Magia di Dybala, poi il pari di Rodriguez su rigore dubbio. In pieno recupero il colpo di testa vincente di Gonzalez

PALERMO. All’ultimo sussulto, quando il pareggio sembrava ormai scritto, arriva il colpo di testa vincente di Giancarlo Gonzalez che consegna al Palermo la prima vittoria in questo campionato. I rosa battono 2-1 il Cesena, conquistano tre punti vitali in classifica e rinsaldano la posizione di Beppe Iachini in panchina. Una domenica speciale quindi per il Palermo che finalmente alza le braccia al cielo per una vittoria sofferta, sudata, una vittoria che permette alla formazione di Iachini di togliersi temporaneamente dalla zona retrocessione. Ci hanno pensato due sudamericani a cambiare il volto di questa partita: prima Dybala, e poi il costaricano Gonzalez, un esordio d’oro per lui. Cesena che aveva pareggiato con un rigore dubbio segnato da Rodriguez. E quindi primo sorriso per i rosa che adesso guardano con più ottimismo al futuro.

La cronaca: Iachini torna alle due punte, Vazquez e Dybala in avanti. A centrocampo tocca a Chochev rilevare l’infortunato Barreto, in difesa torna Munoz ed esordio per Gonzalez. Nel Cesena in avanti Brienza e Marilungo. Rosa aggressivi nei primi minuti, dialogano spesso Vazquez e Dybala. Al 6’ il mudo per Dybala, tiro addosso a Leali, prima occasione per il Palermo. Al 10’ ancora Dybala, punizione quasi perfetta a giro, palla che scheggia la traversa. Buono l’impatto di Chochev che cerca di aprire spesso per i compagni in avanti. Il Palermo ci prova più del Cesena, bene Dybala che salta l’uomo quando vuole ma manca l’affondo decisivo in avanti. Al 26’ ancora Lazaar in mezzo, Bolzoni di testa e palla che sfiora il palo. 33’, rosa avanti: Dybala scambia con Vazquez dalla bandierina, entra in area e fa partire un diagonale a giro che si insacca all’angolino, 1-0 ed esplode il Barbera.  Cesena che si sbilancia solo quando ha palla Brienza, poi il nulla. Primo tempo che si chiude con un buon Palermo che avrebbe potuto pure raddoppiare. Ripresa, nessun cambio per i due allenatori. Il Palermo parte subito alla ricerca del raddoppio, Dybala dopo un buon slalom non conclude. Intanto Bisoli si gioca la carta Rodriguez.

A centrocampo il Palermo alza la voce, con il duo Bolzoni-Rigoni sugli scudi. 60’ Sorrentino salva su una conclusione ravvicinata di Rodriguez, pericolo. Angolo, Andelkovic trattiene Magnusson, ed è rigore: Rodriguez spiazza Sorrentino per il gol del pari. Partita vivace, Vazquez dalla distanza conclude e becca il palo con Leali battuto. Iachini inserisce Belotti. Che brivido per i rosa al 67’ quando ancora Rodriguez si presenta tutto solo davanti a Sorrentino ma apre troppo il compasso e la palla muore a lato. Intanto Cesena in dieci per l’espulsione di Coppola, Palermo che tenta l’assalto finale. Entra anche il danese Makienok. Vazquez ancora dalla distanza, diagonale a lato nei sussulti finali. All’ultimo assalto però ci pensa Gonzalez di testa a risolvere la situazione per il 2-1 finale. Rosanero che alzano le braccia al cielo, arriva la prima vittoria.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X