stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Palermo, Biagio Conte: affido alla Santuzza le sorti della Missione

Palermo, Biagio Conte: affido alla Santuzza le sorti della Missione

Palermo, Archivio

PALERMO. Nel giorno della Santuzza, Biagio Conte affida a Santa Rosalia le sorti della Missione Speranza e Carità il giorno dopo l'annuncio del suo addio. Il missionario laico si è recato stamane al santuario di Monte Pellegrino per pregare, nel giorno della ricorrenza di Santa Rosalia. In una nota, Biagio Conte aveva fatto sapere di essere «stanco di lottare contro i mulini a vento, l'eccessiva burocrazia e l'indifferenza che mi opprimono e mi schiacciano quotidianamente, siamo ormai al limite delle forze fisiche e mentali», annunciando quindi di volere lasciare Palermo e abbandonare al suo destino la Missione Speranza e Carità, da lui fondata, dopo 25 anni di attività come sostiene «di volontariato sempre al fianco degli ultimi». Si ritirerà «sulle montagne e nella madre terra, sicuramente più generosa». Prima del suo ritiro dalle scene, il missionario ha puntato il dito contro le istituzioni. «Avete lasciato soli i poveri, i più deboli, e adesso - ha detto - La Missione, che ha operato gratuitamente per portare aiuto ai più bisognosi, non è stata compresa, ancor peggio non è stata accettata: in particolare mi sento lasciato solo dai titolari delle tre strutture; Regione, Comune, Demanio». Intanto, il sindaco Leoluca Orlando questa mattina ha chiesto al prefetto Francesca Cannizzo un incontro per esaminare la situazione «complessiva dell'attività della Missione Speranza e Carità».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X