stampa
Dimensione testo

Prime piogge a Palermo, tombini intasati e allagamenti in città

Il piano di manutenzione delle caditoie da parte di Amap partirà solo dal 15 settembre. Ancora da definire le priorità. Segnalazioni dalle vie Messina Marine, Li Puma e Laudicina. In via Giovanni Argento cartacce e pacchetti di sigaretta impediscono all’acqua di defluire
Palermo, Archivio

PALERMO. Primi acquazzoni di fine estate ed è subito caos per le strade della città. I tombini e le caditoie che dovrebbero far defluire l'acqua sono otturati e il risultato è disastroso. Le pozze di acqua piovana, infatti, restano per giorni causando cattivi odori. Dal centro alla periferia la situazione resta sempre la stessa. Le strade non vengono spazzate, i rifiuti si accumulano sul ciglio dei marciapiedi e finiscono per otturare tombini e caditoie. via Messina Marine, via Epifanio Li Puma, via Antonino Laudicina e ancora via Filippo Pecoraino, via Bertett e via Giovanni Argento sono solo alcune degli assi viari interessati dal problema. I tombini che dovrebbero far defluire l'acqua nelle giornate di pioggia, ad oggi sono pieni di cumuli di rifiuti. Adesso, con l'arrivo dell'autunno, il rischio di allagamenti sembra essere alle porte.
ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X