stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Palermo, maxi sequestro ai Rappa: 800 milioni

Palermo, maxi sequestro ai Rappa: 800 milioni

Tra i beni sotto sigillo per decisione del tribunale l’emittente tv Trm, concessionarie di auto e immobili di grande valore. Il provvedimento colpisce gli eredi di Vincenzo, originario di Borgetto. Per l’accusa avrebbe accumulato l’ingente patrimonio grazie ai boss di Cosa nostra
Palermo, Archivio

PALERMO. Maxi sequestro da 800 milioni di euro messo a segno dalla Dia. Nel mirino l’impero dei Rappa con decine di immobili di gran valore tra cui la sede del Tar a Palermo di via Butera, la televisione Trm e le concessionarie Bmw e Mini di Catania e Isola delle Femmine.  Il provvedimento, come si legge sul Giornale di Sicilia in edicola,  colpisce gli eredi di Vincenzo Rappa, imprenditore edile originario di Borgetto, condannato a 4 anni per mafia in via definitiva. Secondo i giudici della sezione misure di prevenzione (presidente Silvana Saguto) avrebbe usufruito degli appoggi di Cosa nostra. Scomparso nel 2009, il sequestro colpisce suo figlio Filippo ed i nipoti Vincenzo e Gabriele sposati con esponenti di famiglie della cosiddetta buona borghesia palermitana.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X