PALERMO

Consigliere indagato lascia Orlando per Ferrandelli, polemica sui transfughi

di

PALERMO. «Incandidabile con Orlando perché sotto inchiesta per gli scioperi selvaggi e i picchettaggi all’Amia», e ora candeggiato da Ferrandelli: la botta. «Autonomo cambio di schieramento di un consigliere deluso da Orlando senza nessuna pendenza penale», la risposta.

Non sarà la madre di tutte le bombe - per quella c’è tempo fino al silenzio elettorale - ma fa rumore la vicenda che in queste ore vede protagonista Maurizio Lombardo, consigliere eletto nel 2012 nelle file orlandiane e oggi candidato in «Palermo prima di tutto» a sostegno di Fabrizio Ferrandelli.

Rintrona anche perché apre la falla dei transfughi da uno schieramento all’altro, un po’ come accaduto con i 21 dem che hanno scelto Ferrandelli, per i quali si profila addirittura l’espulsione.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X