stampa
Dimensione testo

Società

Home Video Società "Maestri del commercio", giornata di premiazioni a Palermo

"Maestri del commercio", giornata di premiazioni a Palermo

La forza della tradizione: potrebbe essere questo il titolo della cerimonia di premiazione dei nuovi Maestri del commercio. Il riconoscimento assegnato questa mattina da «50 e più», l’associazione dei pensionati del commercio aderente a Confcommercio, è andato a chi vanta oltre 25, 40 e 50 anni di attività. «Manifestazione importante per tutti gli imprenditori. Vengono premiati coloro che hanno fatto impresa a Palermo e provincia per tanti e tanti anni - ha detto a margine Lorenzo Di Cesare, vice presidente dell’associazione 50 e più -. Questi operatori non hanno nessun riscontro se non nelle giornate in cui lavorano. Per questo è una giornata di festa, di gioia, perché ci si sente aggregati a questa grande famiglia che è 50 e più Confcommercio».

Imprenditori che rappresentano la storia della città di Palermo: «Non è solo un riconoscimento per i tanti anni di attività - afferma Patrizia Di Dio, presidente di Confcommercio - ma un tributo alle persone grazie alle quali la città si è evoluta, con posti di lavoro e prospettive di sviluppo. I nostri maestri sono gli eroi quotidiani che sanno fare dell’ordinario lo straordinario e dello straordinario l’ordinario, grazie alla loro esperienza, capacità, conoscenza, talento, intuito, ma soprattutto tanta passione imprenditoriale».

Nella sede della Camera di commercio dove si è svolto l’evento anche il presidente del Consiglio comunale, Giulio Tantillo, e l’assessore alle Attività produttive, Giuliano Forzinetti: «Un evento fondamentale che deve rendere orgogliosi - ha sottolineato l’assessore Forzinetti -. Siamo oltre la media nazionale delle attività, che è circa 12 anni. Premiare questi imprenditori e le loro attività, che danno circa il 75% di posti di lavoro nel settore privato, vuol dure premiare l’eccellenza. Siamo nella direzione giusta e ciò vuol dire che abbiamo degli ottimi maestri».

I maestri si sono quindi avvicendati per ricevere i riconoscimenti: l’Aquila d’argento è stata consegnata a chi, tra loro, ha raggiunto i 25 anni di attività. Dorata a chi ha tagliato il traguardo dei 40 e, infine, diamante a chi per 50 anni e oltre ha portato avanti sempre con passione e dedizione la propria attività. Non sono mancati momenti di commozione per alcuni degli imprenditori, ma soprattutto per il presidente di Confcommercio, che quest’anno ha premiato con l’Aquila di diamante suo padre per i suoi 65 anni di attività: «Insieme a mia madre hanno rappresentato la mia guida e il mio riferimento - ha detto commossa -. A 84 anni mio padre viene ancora in azienda: continua a mettere amore e passione nel lavoro che fa e in ciò che ha creato».

Ecco chi sono i 32 premiati

AQUILA D’ARGENTO: Carmelo Firrincieli (38 anni), Antonio Gelardi (34 anni), Matteo Gervasi (35 anni), Fabio Gioia (30 anni), Francesco Porrovecchio (30 anni), Marianna Sgroi (27 anni).
AQUILA D’ORO: Carmelo Amato (41 anni), Rosario Brancato (41 anni), Giovanni Catalano (40 anni), Angelo Cataldo (48 anni), Pietro Cocco (40 anni), Roberto Costa (44 anni), Francesco D'Addona (48 anni), Pasquale Demma (44 anni), Agostino Gelardi (45 anni), Giuseppe Lo Biondo (43 anni), Aurelio Lo Piccolo (42 anni), Eucarista Mangia (40 anni), Carlo Orlando (47 anni), Angelo Santangelo (44 anni), Filippo Scalavino (45 anni), Rosaria Scalici (40 anni), Umberto Stancampiano (44 anni).
AQUILA DI DIAMANTE: Sebastiano Barone (54 anni) Settimo Cataldo (56 anni), Antonino Costa (55 anni), Nicolò Di Dio (65 anni) Rosalia Dolce (55 anni), Francesco Filangeri (50 anni), Giuseppe Geraci (51 anni), Giovanni Novara (50 anni), Giovanni Tomasello (50 anni).

Le interviste a Patrizia di Dio, presidente Confcommercio, Carmelo Amato, storico pasticcere, Giuliano Forzinetti, assessore comunale alle Attività produttive, Lorenzo Di Cesare, vice presidente 50 e più.

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X