stampa
Dimensione testo

Società

Home Video Società Le Vie dei Tesori, da «mostro» industriale a luogo di cultura: Bagheria apre Sicilcalce

Le Vie dei Tesori, da «mostro» industriale a luogo di cultura: Bagheria apre Sicilcalce

Per il terzo anno consecutivo «Le Vie dei Tesori» sbarca a Bagheria. Questa volta sarà possibile visitare uno dei “mostri” industriali più incombenti della zona, la fabbrica dismessa della Sicilcalce che si vede perfettamente dal giardino della settecentesca Villa Cattolica, sede del Museo Guttuso (nel video alcuni scorsi della vecchia struttura).

Ma il programma del festival è molto più articolato e racchiude castelletti fortificati, ville nobiliari, case d’artista, piccoli musei gioiello, ricostruzioni in 3D e anche un focus sulle ricette dei Monsù. Spazio anche ad esperienze nella natura e sortite fuori porta nel mare di Santa Flavia e Porticello.

Si comincia sabato 10 settembre e si va avanti per tre weekend fino al 25 settembre. «La terza stagione de Le vie dei Tesori a Bagheria si arricchisce di nuove strutture, anche private oltre quelle pubbliche. Sicilcalce è fabbrica che negli anni è stata abbandonata ma noi vogliamo acquistarla e farne un polo culturale. Le vie dei tesori consente di far conoscere la nostra storia, il nostro territorio». Informazioni: 091 842 0004, tutti i giorni 10-18. Il programma, le info e le schede dei siti su www.leviedeitesori.com.

Nel video le interviste al sindaco di Bagheria Filippo Tripoli e all'assessore alla cultura Daniele Vella.

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X