stampa
Dimensione testo

Società

Home Video Società Sport e legalità, siglato protocollo con la polizia di Stato a Palermo

Sport e legalità, siglato protocollo con la polizia di Stato a Palermo

Un protocollo per agevolare la pratica sportiva dei giovani studenti palermitani anche dai quartieri svantaggiati per veicolare valori di legalità. È quello firmato oggi nell'aula "Corona", nella caserma Pietro Lungaro di Palermo, alla presenza del questore Leopoldo Laricchia e del prefetto Giuseppe Forlani.

Hanno firmato il protocollo anche l'associazione Quarto Savona Quindici, i gruppi sportivi Fiamme oro della polizia e la federazione nazionale Taekwondo. Il protocollo consentirà di derogare ai limiti d'età, di 12 e 17 anni, attualmente vigenti, per chi desideri praticare l'arte marziale coreana del Taekwondo, mediante il tesseramento alla locale sezione giovanile Fiamme Oro affiliata alla Federazione Italiana Taekwondo.

La Quarto Savona Quindici e la sua fondatrice Concetta Mauro Martinez Montinaro, nella sua instancabile testimonianza di memoria, attraverso un percorso itinerante nelle scuole palermitane, ha raccolto il bisogno di socializzazione e di sport, proveniente soprattutto dai giovani che vivono un disagio sociale oltre che economico.

E' stato questo l'input che ha condotto gli enti firmatari a ritenere giusto concedere una deroga che agevoli l'accesso e la permanenza dei giovani studenti nell'ambito dei gruppi sportivi della Polizia di Stato. L'essenza dell'iniziativa è quella, quindi, di diffondere, attraverso lo sport, quel "contagio di legalità" che serva a sottrarre fette sempre più ampie di giovani generazioni alla malavita a che, in modo progressivamente più incisivo e penetrante, in tutti gli strati della società palermitana, produca gli anticorpi alla mafia.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X