stampa
Dimensione testo

Campione dell'house, Cristian Marchi fa ballare i giovani palermitani: evento al Country

Il 2019 della movida a Palermo entra nel vivo con il primo grande evento di Tnos - The night of Sicily. Domani, sabato 19 gennaio, è di scena al Country Disco Club di viale dell'Olimpo il top-dj italiano Cristian Marchi, mantovano, 42 anni, 28 dei quali passati tra una console e l'altra.

Ha cominciato quando aveva appena 14 anni e per sbarcare il lunario lavorava anche come elettricista, pur di potersi dedicare alla sua grande passione, la musica.

Con la presenza di Cristian Marchi a Palermo, Tnos riprende il cammino che l'anno scorso ha portato in città format di successo come «Miami» e «Market» ed artisti internazionali del calibro di Erick Morillo e Anane Vega, per citare solo gli ultimi in ordine di tempo.

E una stella mondiale è ormai da diversi anni anche Cristian Marchi, il campione dell'house moderna, l'uomo che fa alzare le mani al cielo con la forza della sua musica e che è tra i paladini della lotta agli eccessi. Il suo sound è chiaro, pulito, ricco. Niente note tenebrose, niente concessioni all'intimismo. La sua «Love Sex American Express», creata con la collaborazione del compianto Dr. Feelx, è un inno alla gioia, il manifesto di una generazione, i Millennials, i ragazzi nati negli anni Ottanta e Novanta, quelli che all'elettronica danno del tu. Cristian è un instancabile macinatore di produzioni, sempre in giro per l'Italia e anche all'estero, dorme ogni notte in una città diversa. E se non è in tournée, è in studio a comporre, a sperimentare, per mantenere le sue proposte al passo coi tempi. La voglia di innovare lo ha spinto a numerose collaborazioni artistiche, alla ricerca di suoni sempre coinvolgenti. «Faccio musica divertente, happy», dice di sé, consapevole che alle sue serate arrivano ragazzi «happy», che vogliono soltanto scatenarsi in pista, ballare, partecipare. «Con i più giovani bisogna stare attenti - dice - perché la voglia di emulazione è sempre forte. Tu sei un’icona, se indossi un tipo di maglietta, domani lo faranno anche loro. La musica non salva l’anima, ma l’aiuta. Solo che non può fare tutto la musica».

L'importante è che coinvolga. E di certo quella di Cristian Marchi riuscirà ancora una volta a scaldare i cuori del popolo del Country, il club che l'artista lombardo, scavando nei suoi ricordi siciliani, giudica il «teatro delle feste più suggestive, più emozionanti». La serata verrà aperta dal dj resident Riccardo Barbaro, poi toccherà a Cristian Marchi. In console un'altra eccellenza delle notti palermitane, il vocalist Davidino Hts, ancora una volta al fianco della star di «We are perfect». Tnos è pronta, Palermo pure, il 2019 si prepara ad esplodere.

Nato a Mantova il 31 marzo 1976, Cristian Marchi ha debuttato in console a soli 14 anni. Negli ultimi anni ha aperto alcuni concerti di Vasco Rossi. Grazie al successo delle sue produzioni, negli ultimi anni si è esibito, oltre che in Italia, in Francia, Spagna, Croazia, Grecia (soprattutto Mykonos), Svizzera, Polonia, Corea ed Australia. Le sue tracce ed i suoi remix, sempre contraddistinti da un’energia contagiosa, sono supportati dai dj e dalle radio e tv musicali di tutto il mondo. La sua «house» è varia e innovativa, sempre legata ai gusti del pubblico, che Cristian Marchi sente particolarmente durante le sue performance. «We Are Perfect», il suo primo grande successo, è uscito nel 2007 ed é anche il titolo del suo primo album uscito con Universal Music nel 2011. Il disco contiene remix di successo ed i singoli che hanno segnato la carriera di Cristian, tra cui «Love Sex American Express», ancora oggi uno slogan per migliaia di giovani ed un riferimento musicale per tanti dj. Tra le hit di Marchi ci sono anche «Feel the Love», uscita nel 2008 per il progetto Marchi’s Flow e prodotta con l'hitmaker Paolo Sandrini, «I got you», cantata dall'americano Max'C, «I got my eye on you», interpretata dalla popstar Luciana e prodotta con Nari & Milani, e «U got me rocking», prodotta con il gruppo Syke’n’Sugarstarr e cantata dalla travolgente Lisa Millett. Nell’estate 2013 è uscita «Let’s F**k», con Max’C, che si è piazzata ai primi posti in Spagna, Francia, Polonia e Italia, seguita nella primavera del 2014 dal successo di «One Night». Da quel momento la carriera di Cristian Marchi è stata una continua scalata, fatta di grandi collaborazione e di hit in serie, da «Do it 2day» con Max Mylian feat.Max'C a «The crepes», ancora con i colleghi Nari & Milani, dal remake, con la voce di Barbara O'Neil, di «Your loving arms» della cantautrice tedesca Billie Ray Martin sino a «Saxy» con il dj molisano Angelo Frezza.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X