Il ministro Trenta a Palermo: "Grazie ai carabinieri per l'impegno nella lotta alla mafia"

Il Ministro della Difesa Elisabetta Trenta ha fatto visita oggi alla caserma Scianna di Palermo, sede del 4° reggimento genio guastatori e del reggimento logistico "Aosta". Accolta dal Comandante delle Forze Operative Sud, Generale di Corpo d'Armata Rosario Castellano, e dal Generale di Brigata Bruno Pisciotta, Comandante della Brigata "Aosta", il Ministro Trenta ha ricevuto un aggiornamento sulle attività condotte dall'Esercito e visitato le infrastrutture. Particolare attenzione è stata dedicata all'incontro con il personale militare e civile.

Successivamente si è recata a Palazzo dei Normanni, sede del Comando Militare Esercito "Sicilia", dove, accolta dal Generale di Brigata Claudio Minghetti, ha incontrato il personale effettivo al comando territoriale dell'Esercito, unitamente al personale del Centro Selezione Volontari in Ferma Prefissata.

Il ministro nel pomeriggio si è poi recata al Comando Legione Carabinieri Sicilia, guidato dal generale di Brigata Giovanni Cataldo, in una caserma che porta il nome del Generale Carlo Alberto dalla Chiesa. «La sua lotta al terrorismo, a Cosa Nostra, il suo profondo senso dello Stato e di giustizia restano scolpiti nella nostra memoria. Un esempio, un orgoglio, per ognuno di noi», ha detto Trenta sottolineando l’impegno dell’Arma nell’isola.

Il ministro ha ricordato «l'imponente operazione antimafia che ha portato poco più di un mese fa all’emissione di 46 fermi, tra cui il presunto erede del boss Totò Riina e altri componenti della nuova Commissione provinciale di Cosa nostra, frutto di lunghe e diverse attività d’indagine e di convergenze investigative condotte in stretta sinergia con la magistratura».

Trenta ha ringraziato l’Arma «per gli eccellenti risultati giornalmente conseguiti nella lotta alla mafia e nel soccorso e aiuto alla gente più bisognosa». «Sono certa - ha concluso - continuerete a svolgere il vostro compito con la massima dedizione, impegnando ogni energia per la tutela dei cittadini e la salvaguardia delle Istituzioni».

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X