stampa
Dimensione testo

Economia

Home Video Economia Almaviva, i lavoratori protestano a Palermo e a Catania: «Attivare un confronto al ministero»

Almaviva, i lavoratori protestano a Palermo e a Catania: «Attivare un confronto al ministero»

I lavoratori Almaviva protestano a Palermo e a Catania. Le rsu sindacali hanno incontrato a Palermo il vice prefetto, spiegando la situazione dei 450 lavoratori del servizio 1500 attivo durante il periodo del lockdown che adesso rischiano di perdere il lavoro e chiedendo una mediazione con i ministeri. Presenti anche Adriano Varrica e la senatrice Dolores Bevilacqua.

"Sono lavoratori con stipendi bassi, con l'85% degli ammortizzatori sociali, serve un tavolo ministeriale, fare chiarezza, se ci sarà un appalto che continuerà le attività del 1500 o garantire ai lavoratori il perimetro occupazionale che non possano pagare dazio due volte. Abbiamo aspettato la costituzione del nuovo governo al quale adesso chiediamo che convochi le parti e si trovi tutti insieme una soluzione per salvaguardare i livelli occupazionali", dichiara Massimo Fiduccia Slc Cgil Palermo.

"Siamo preoccupati, ci ritroviamo in questa situazione in un'età non più collocabile", dichiara la lavoratrice Francesca Sarro. "Lavoro da 18 anni in American Express, ora Amex esternalizza il servizio in Spagna e noi ci ritroviamo senza lavoro. Non abbiamo nessuna garanzia, nessuna certezza se non quella del licenziamento", le fa eco una collega Loredana Pangaro.

Nel video parlano Massimo Fiduccia Slc Cgil Palermo e due lavoratrici Francesca Sarro e Loredana Pangaro.

Vertenza Almaviva, i dipendenti scendono per strada a Palermo e Catania e si appellano ai prefetti

© Riproduzione riservata

TAG:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X