"Percorsi accoglienti", parte da Palermo progetto itinerante per rilanciare l'artigianato - Video

La bottega artigiana al centro di un nuovo modello turistico firmato Confartigianato Imprese.

Parte oggi da Palermo, come città pilota, il progetto “Percorsi Accoglienti”. L’obiettivo è quello di rilanciare l’artigianato e tutto il territorio che lo avvolge. Ha lo scopo di dare vita ad una nuova proposta, o meglio un nuovo attrattore per i centri storici e i borghi del Paese, e ha come motore la bottega artigiana. Con il progetto verrà data una centralità culturale - prima ancora che economica - agli artigiani che operano nei centri storici.

Il progetto “Percorsi Accoglienti” è stato studiato per Confartigianato da Giancarlo Dall’Ara, ideatore dell’Albergo Diffuso e presidente dell’associazione “Alberghi Diffusi”.

L’iniziativa è finanziata con il contributo 2 per mille di Ancos, l’associazione di promozione culturale di Confartigianato.

Oggi la presentazione nel rinnovato e splendido scenario dello Stand Florio, in via Messina Marine a Palermo, proprio davanti al giardino di Donna Franca.

Presenti, tra gli altri, gli artigiani coinvolti nel progetto, l’ideatore Dall’Ara e i vertici di Confartigianato, con in testa il vice presidente nazionale con delega al Mezzogiorno, Filippo Ribisi, il presidente regionale e provinciale di Confartigianato, Giuseppe Pezzati, il segretario regionale di Confartigianato Sicilia, Andrea Di Vincenzo e Fabio Menicacci, segretario nazionale Ancos.

È intervenuto anche l’assessore alle Attività Economiche del Comune di Palermo, Leopoldo Piampiano.

Ventitré le botteghe coinvolte inizialmente nel progetto. Ciascuna avrà la vetrofania come “Bottega Accogliente”. Tra le zone maggiormente presenti, quelle del centro storico, con gli artigiani di via Maqueda e corso Vittorio Emanuele, e l’area di Ballarò. Ma anche le botteghe di altre strade della città aderiscono all’iniziativa. E per dare un supporto a cittadini, visitatori e turisti, è stata anche realizzata una mappa ben dettagliata con tutti i partecipanti, la descrizione e gli indirizzi. Confartigianato Sicilia ha voluto pensare in grande, firmando anche una collana di libri, pubblicata da Navarra editore dove ogni volume racconta la storia di un artigiano diverso, dalle origini, ai cambi generazionali, all’innovazione.

“Oggi occorre trovare un modo nuovo di affrontare lo sviluppo turistico dei centri storici – spiega l’ideatore Giancarlo Dall’Ara – e per questo assieme a Confartigianato abbiamo creato un modello di sviluppo turistico sostenibile, a rete, che adotta il marketing dell’accoglienza nell’intento di valorizzare le tante identità italiane e facendo leva sul Dna degli artigiani”.

“Abbiamo creduto sin dall’inizio in questo progetto – dice Filippo Ribisi, vice presidente nazionale di Confartigianato – e abbiamo impiegato gran parte delle nostre risorse per far sì che tutto potesse essere organizzato al meglio. Siamo scesi in campo, abbiamo parlato con i nostri artigiani, abbiamo spiegato loro i nostri obiettivi, che oggi sono diventati anche i loro. Adesso diamo il via a questa nuova avventura”.

Dopo Palermo, i “Percorsi Accoglienti” faranno tappa a Cremona e Matera. “Per noi è motivo di orgoglio che Palermo sia stata scelta come città pilota – dice il presidente regionale di Confartigianato, Giuseppe Pezzati –. Da mesi lavoriamo ininterrottamente per mettere a punto un nuovo modello di turismo che dia valore e forza ai nostri artigiani, troppo spesso rimasti in silenzio e poco conosciuti ai cittadini stessi”.

Per tutti i dettagli, basta consultare il sito internet www.percorsiaccoglienti.it. Ogni artigiano ha qui la sua pagina, corredata di mappa completa e anche una guida su dove dormire e mangiare, con l’elenco delle strutture associate a Confartigianato Palermo.

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X