stampa
Dimensione testo

Economia

Home Video Economia Senza cassa integrazione, 200 operai ex Fiat protestano a Palermo - Video

Senza cassa integrazione, 200 operai ex Fiat protestano a Palermo - Video

PALERMO. Circa 200 ex tute blu della Fiat di Termini Imerese (Pa) stanno manifestando a Palermo davanti alla sede della Prefettura, per protestare contro il mancato rinnovo della cassa integrazione per circa 650 ex operai di Fca, da due mesi senza paracadute sociale.

L'iniziativa è stata organizzata da Fim, Fiom e Uilm, che chiedono un in incontro al prefetto di Palermo, Antonella De Miro. Il 31 marzo, infatti, è scaduta la cig, ma il ministero del Lavoro non ha ancora emanato il decreto, secondo quanto riferiscono i sindacati, che consente di rifinanziare la misura.

Per i sindacati si tratta di una 'vicenda incomprensibile«, anche perchè a Termini Imerese, lo scorso 2 maggio ha riaperto l'ex fabbrica della Fiat sotto il marchio di Blutec, la società del gruppo Metec Stola, che ha acquisito lo stabilimento, ottenuto il via libera da Invitalia, l'advisor del ministero dello Sviluppo economico, incaricato di selezionare le offerte per la riqualificazione del polo industriale, insieme al finanziamento per far partire il primo dei progetti per Termini Imerese, che riguarda la produzione di componenti per auto e fatto rientrare al lavoro un mese fa 20 operai su 700 ex Fiat , ai quali altri 20 si uniranno da lunedì prossimo.

«Siamo qui per un obiettivo preciso: sbloccare la cassa integrazione - dice il segretario regionale della Fiom, Roberto Mastrosimone -. Il progetto di Blutec per Termini Imerese è partito, il ministero del Lavoro firmi il decreto che finanzia la cassa integrazione. Gli operai sono senza un euro da due mesi».

immagini di Marco Gullà

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X