stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Video Cultura Monopoly, edizione speciale dedicata a Palermo con via dei Candelai e la Favorita

Monopoly, edizione speciale dedicata a Palermo con via dei Candelai e la Favorita

Immaginate di giocare una partita al Monopoly con amici e invece di capitare nella casella di Vicolo Stretto, finite, ad esempio, in Via dei Candelai o al Parco della Favorita. Una partita del genere sembra improbabile, eppure, dal prossimo ottobre, i giocatori di Monopoly di tutto il mondo avranno questa possibilità. Monopoly ha infatti deciso di dedicare un’edizione speciale del celebre gioco da tavolo alla città di Palermo, in cui le caselle del tabellone prenderanno il nome di vie e luoghi simbolo del capoluogo siciliano. Un omaggio a Palermo e a Le Vie dei Tesori che è partner culturale dell'iniziativa.

"È una bellissima occasione di collaborazione col Monopoly - commenta in questo video Laura Anello, fondatrice e presidente della Fondazione Le Vie dei Tesori -. Per noi è molto interessante aver realizzato contenuti culturali aggiuntivi a questa edizione del gioco che per la prima volta nella sua storia avrà dei QRcode che consentiranno di accedere a delle pagine che danno informazioni, approfondimenti, curiosità sui luoghi della città. Per Palermo è una bella occasione di visibilità e valorizzazione. Il tabellone si svelerà a poco a poco e si vedrà quanti sono i luoghi speciali che Le Vie dei Tesori nel tempo aprirà fino al disvelamento finale del tabellone a ottobre. Contestualmente, come sempre facciamo, proporremo visite, tour e possibilità di fruizione di questi stessi luoghi".

Alla conferenza stampa sull'iniziativa a Palazzo delle Aquile c'era anche il sindaco Roberto Lagalla che ha anche annunciato che tra la fine di questa settimana e i primissimi giorni della prossima presenterà la giunta, "della quale abbiamo bisogno per avviare ancora più concretamente il lavoro dell'amministrazione comunale". E ironizzando sul tema dell'incontro con la stampa, la presentazione del progetto "Monopoly", Lagalla ha risposto così a chi gli faceva notare la similitudine con il gioco del puzzle della nuova giunta: "Sempre di giochi si tratta - ha scherzato -, c'è anche il Gioco dell'Oca in cui si ritorna al punto di partenza e si riparte. La norma comunque ci consente di potere avere la giunta entro dieci giorni dall'insediamento del consiglio comunale. Siamo ancora lontani da quella data ma avevo detto che entro 10-15 giorni dall'insediamento avrei proposto la squadra di governo e terremo fede a questo impegno".

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X