stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Video Cultura "Storie mie forse", il primo Ep del musicista palermitano Alberto Spataro

"Storie mie forse", il primo Ep del musicista palermitano Alberto Spataro

"Storie mie forse" è il primo EP di Alberto Spataro, artista e musicista palermitano di 25 anni, che già lo scorso anno aveva ben impressionato il pubblico con "Ansia", la storia di un amore velenoso che aveva trasformato in un singolo.

"Storie mie forse" è invece frutto dei sentimenti contrastanti, dell'immaginazione filosofica a tratti oscura che descrive l'artista.
Parla di viaggi interiori, profondi, immaginari che vogliono trasmettere le emozioni più vere dell'essere umano. E' un viaggio che va vissuto, che prende qualcosa ma che lascia molto di più. E' verità, la più sincera e pura, adattabile a qualsiasi contesto e a qualsiasi persona. In fondo non abbiamo mai capito nulla della vita, figuriamoci dell'amore.

Alberto Spataro, in arte “Alberto”, è un artista italiano classe ’96. Muove i primi passi nel mondo musicale come producer e arrangiatore. Iniziando da autodidatta, ottiene nel 2017, un diploma in “EDM production” presso l’istituto Sae di Milano.

Durante lo stesso anno, dà inizio al suo progetto artistico “Kuazo”, basato su produzioni di musica elettronica, sotto varie case discografiche. Senza fermarsi alla musica elettronica, estende le sue collaborazioni a diversi artisti e cantanti, per i quali compone basi che gli permettono di crearsi un nome nel panorama musicale italiano.

Dal 2019 asseconda il bisogno di mettersi a nudo, di esporre la parte più sensibile di sé. Dà il via al suo progetto cantautorale, con la stesura di testi che portano a galla emozioni da tanto tempo taciute. Il 29/10/2020 esce il suo primo singolo, “Giovedì”.

Musica, Moda e Cinema sono le sfere fondamentali che si intersecano in questo progetto e che hanno massima espressione nei VideoClip che l’artista abbina a ciascun singolo.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X