stampa
Dimensione testo

Palermo, cento anni tra i banchi del "Gonzaga": un evento per festeggiare

La famiglia del Gonzaga di Palermo compie 100 anni e ha festeggiato l'evento oggi in via Persanti Mattarella con un incontro di tutti gli ex alunni, i docenti e i gesuiti, che in questi anni hanno condiviso un pezzo della propria vita con l’Istituto. Un momento per condividere ricordi, aneddoti, storie di vita e passione, ma anche un’occasione per sognare il futuro e consegnare ai giovani radici e ali dell’impegno educativo della Compagnia di Gesù a Palermo.

Durante l’iniziativa numerosi ex alunni racconteranno la loro storia e come il percorso ignaziano abbia influito nella professione e nel cammino personale. Hanno introdotto l’incontro "Una vita da Gonzaghino 2" padre Vitangelo Carlo Maria Denora, direttore generale dell’Istituto Gonzaga; l’avvocato Francesco Marcatajo, presidente dell’Associazione Ex alunni del Gonzaga; padre Damiano Pavone, ex alunno e rettore e oggi nella Comunità del Gonzaga; padre Jimmy Bartolo, presidente della Fondazione Gesuiti Educazione.

A raccontare la propria storia, moderati dalla giornalista Milvia Averna, anche lei ex alunna del Gonzaga, Nino Salerno, delegato alla internazionalizzazione di Sicindustria (diplomato nel 1970); Ignazio De Francisci, procuratore generale della Repubblica a Bologna (diplomato nel 1970); Fabrizio Micari, rettore dell’Università di Palermo (diplomato nel 1981); Giovanni Scalia, presidente di Scalia Group e CEO di Gesap (diplomato nel 1996); Mario Imburgia, visiting professor dell’Università di Siena (diplomato nel 1996); Eleonora Milazzo, ricercatrice dell’Università di Palermo (diplomata nel 2010).

Sempre in Auditorium, un saluto di padre Gianni Notari presidente del Consiglio d’amministrazione del Gonzaga, e poi un momento di convivialità tra i partecipanti, che rivedranno gli spazi vissuti durante gli anni di scuola. In mostra immagini e oggetti storici che ripercorrono la vita del Collegio dei gesuiti e della città nel corso di un secolo di storia.

Durante la serata, nella casina Whitaker, il nucleo originario dell’Istituto, è stata inaugurata l’istallazione "Il caso della stella" di Desideria Burgio, a cura di Maria Rosa Sossai, che si inserisce nel programma della BAM-Biennale Arcipelago Mediterraneo, incentrata sulle tematiche dell’accoglienza e del dialogo. L’opera mette insieme una comunità di bambine e bambini dell’istituto comprensivo Mattarella-Bonagia e del Gonzaga in grandi pannelli a forma di stella legati dal tema "Siamo tutte e tutti sotto lo stesso cielo".

© Riproduzione riservata

TAG:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X