stampa
Dimensione testo

Premio Mario Francese alle "Iene", i fratelli Pellegrino in sala - Le immagini della cerimonia

PALERMO. Due "Iene" in inconfondibile total black, i loro autori fidati e le loro inchieste su fatti siciliani di grande rilievo, vincono l'edizione 2017, quella del ventennale, del premio giornalistico nazionale intitolato a Mario Francese, il cronista del Giornale di Sicilia ucciso dalla mafia il 26 gennaio 1979.

Il premio è stato organizzato dall'Ordine dei Giornalisti di Sicilia con l'associazione Uomini del Colorado e in collaborazione con Libera, con il conservatorio Vincenzo Bellini e con il liceo psicopedagogico, musicale e coreutico Regina Margherita, diretto da Maria Pia Blandano.

La cerimonia di premiazione è avvenuta questa mattina ed è stata presentata dai giornalisti Daniela Tornatore e Roberto Puglisi. La commissione, presieduta dallo scrittore e caporedattore del Tg5 Gaetano Savatteri, ha assegnato il premio Mario Francese alla doppia coppia di "Iene" televisive Filippo Roma-Marco Occhipinti e Cristiano Pasca-Claudio Bongiovanni.

Di Roma e Occhipinti per l'inchiesta sul caso delle firme false per la presentazione delle liste del Movimento 5 Stelle a Palermo, alle amministrative del 2012. Per Pasca e Bongiovanni, la protesta dei fratelli disabili palermitani Alessio e Gianluca Pellegrino: un servizio che ha costretto alle dimissioni l'assessore regionale Gianluca Miccichè.

Per Pasca, attore, vincere un premio giornalistico è stato sorprendente: "Quando ho ricevuto la telefonata che annunciava la premiazione pensavo fosse uno scherzo. Vincere il premio Francese, per me, che non sono giornalista, era impensabile. Poi, ho realizzato che era la realtà".

«Il nostro lavoro è semplice - ha detto scherzando Marco Occhipinti -. Siamo un gruppo di cialtroni, emarginati e sfigati che fanno in tv le domande che tutti vorrebbero fare». È l'incisività della televisione a mostrare tutta la sua forza. "Non immaginavo che un servizio potesse scatenare simili conseguenze. Una dose di fortuna ci ha anche aiutato".

Ad esultare assieme all'«amico» Pasca, anche Alessio e Gianluca Pellegrino, con cui le quattro "iene" hanno voluto condividere il premio. "Sono anche loro delle piccole iene", dice Pasca.

Sul palco del teatro del liceo Regina Margherita, è salita anche un'ex iena molto speciale per Palermo: Paul Baccaglini, nuovo presidente del Palermo Calcio, che ha ricevuto una targa in nome della sfida che lo attende: risollevare le sorti della squadra rosanero. Impresa forse non facile, ma che Baccaglini sente "addosso con grande resposabilità".

Il Premio Giuseppe Francese, dedicato a giornalisti under 36 (l'età alla quale il figlio del cronista del Giornale di Sicilia morì), è andato all'inviata del Tg1 Giovanna Cucè.

Menzioni e riconoscimenti poi a giornalisti siciliani che si sono distinti per la propria attività professionale: Alessandra Turrisi e Riccardo Salvia, collaboratori del Giornale di Sicilia, Mario Barresi de La Sicilia, Dario De Luca di Meridionews e Sebastiano Caspanello della Gazzetta del Sud. Una menzione pure per Federica Virga.

Ospiti della manifestazione il nuovo presidente del Palermo Calcio, Paul Baccaglini, e l'attore palermitano Claudio Gioè, che interpreta il ruolo di Mario Francese nella fiction di imminente uscita su Mediaset, dedicata alla vita del cronista.

Immagini di Marco Gullà

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X