stampa
Dimensione testo

Massimo Ranieri porta in scena Skakespeare: il debutto a Palermo

PALERMO. Massimo Ranieri ha debuttato ieri sera sul palcoscenico del Teatro al Massimo con Riccardo Terzo di William Skakespeare, firmandone anche la regia.
L' adattamento e' di Masolino D'Amico, uno dei massimi anglisti al mondo. Ranieri sara' in scena fino a domenica 15 marzo. La musica dello spettacolo e' stata affidata al maestro Ennio Morricone che l'ha composta proprio in occasione dello spettacolo. Una produzione di alto livello, ambientata negli anni 50', le scene sono di Lorenzo Cutuli, con i protagonisti in smoking e papillon per l'interpretazione di un personaggio cattivo e infido che affascina. Il re Riccardo di Massimo Ranieri incarna il male assoluto, e per questo alla fine sconterà tutto. Le luci di Maurizio Fabretti segnano scene dai tratti violenti "invase" da un fumo sempre più soffocante. I costumi sono di Nana' Cecchi. Accanto a Ranieri, Buckingham, interpretato da Paolo Lorimer, la Regina Margherita da Margherita Di Rauso, Lady Anna da Gaia Bassi, e i due sicari, Marco Manca e Mario Scerbo. Nel ruolo della Regina Elisabetta, Giorgia Salari.

Trama. Il gobbo e sciancato Riccardo, duca di Gloucester, fratello di re Edoardo IV, uomo malvagio e manipolatore, ambisce a salire al trono. Per arrivare al suo scopo, uccide il fratello maggiore, duca di Clarence, corteggia e sposa Anna, vedova del principe di Galles. Morto il re Edoardo IV assume il ruolo di reggente, in attesa che il figlio e legittimo successore compia la maggiore età. Ma la sua crudeltà lo spinge a rinchiudere il ragazzo con il fratello, duca di York, nella Torre di Londra. Per conquistare definitivamente il suo ruolo di sovrano deve eliminare ogni ostacolo compresi i pari del regno che si schierano contro di lui. Raggiunto il suo scopo, fa uccidere i figli di Edoardo, ripudia Anna e progetta di sposare la nipote Elisabetta. Negli ultimi due atti, il trionfo, la caduta e la morte di Riccardo.Gli spettri delle sue vittime agitano con premonizioni di rovina il sonno del re. Nonostante questo, il re si accinge a scendere in campo. Ma la battaglia è perduta; Riccardo vaga sul campo e alla fine muore.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X