stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Strage di Capaci, a Palermo Luciana Lamorgese e Lamberto Giannini: deposta una corona d'alloro

Strage di Capaci, a Palermo Luciana Lamorgese e Lamberto Giannini: deposta una corona d'alloro

Una corona d'alloro, nel giorno in cui il giudice Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro persero la vita. A deporla, nel pomeriggio del 23 maggio, presso il Reparto scorte della Caserma Lungaro di Palermo, il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, accompagnata dal capo della polizia, Lamberto Giannini.

Presenti alla cerimonia, tra gli altri, anche il comandante generale dell'Arma dei carabinieri Teo Luzi, il comandante generale della Guardia di finanza Giuseppe Zafarana, il procuratore generale della Corte d'appello di Palermo Lia Sava, il sindaco Leoluca Orlando. A commemorare i ragazzi delle scorte, in corteo, anche i parenti delle vittime.

Dopo la deposizione, il corteo si è diretto all’interno della struttura, dove sono esposte le teche con gli ordini di servizio del 23 maggio e del 19 giugno 1992 in cui sono riportati i nomi degli otto poliziotti che svolgevano i turni di scorta ai rispettivi magistrati. Il ministro Lamorgese e il capo della polizia Giannini hanno poi proseguito con la visita del Giardino della Memoria in cui è collocata la teca contenente i resti della Quarto Savona 15, l'auto blindata della scorta di Giovanni Falcone sulla quale viaggiavano i poliziotti Antonio Montinaro, Vito Schifani e Rocco Dicillo.
I resti dell’autovettura continuano, a distanza di 30 anni, a simbolizzare e ad affermare il valore della memoria e dell’impegno contro ogni forma di criminalità.

"È sempre un'emozione forte - ha detto il capo della polizia di Stato ai giornalisti - i ragazzi delle scorte e tutte le vittime del dovere sono per noi un esempio costante. Ci teniamo molto a mantenere vivo questo ricordo. Il nostro non è un lavoro semplice, spesso capita di dover prendere delle decisioni in tempi rapidissimi con grandissime pressioni. Avere dei punti di riferimento, degli esempi gente che ha fatto fino in fondo il proprio dovere per tutti noi è importante e costituisce un grande momento di serenità e esempio"

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X