stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Tempo pieno a scuola, Marano: "Difficile a Palermo, il Governo investe meno al Sud"

Tempo pieno a scuola, Marano: "Difficile a Palermo, il Governo investe meno al Sud"

La maggior parte degli investimenti e delle risorse finanziarie per il tempo pieno scolastico sono state destinate al nord Italia, creando un gap nelle realtà scolastiche del meridione. A denunciare la disparità nell'utilizzo delle risorse, messe in atto dal governo centrale, è Giovanna Marano assessore alla scuola del Comune di Palermo, nel corso della seconda giornata della conferenza regionale "Istruzione, università e formazione professionale in Sicilia", nell'aula magna del dipartimento di scienze economiche aziendali e statistiche dell'università degli studi di Palermo.

“Tra Palermo e Milano c'è una grande differenza – ha spiegato l'assessore ai microfoni di gds.it –, a Milano e provincia si incrociano 8,9 classi su 100, tra primarie, che non hanno il tempo pieno; tra Palermo e Catania è esattamente il contrario: sono 8,9 quelle che hanno il tempo pieno garantito”.

Un divario che, secondo Marano, influisce nel facilitare la dispersione scolastica e la povertà educativa: “Quando si parla di dispersione scolastica o di capacità di apprendimento differenti tra nord e sud – afferma - è ovvio che bisogna pensare alle ore scuola, in cui spetterebbe un'uniformità tra nord e sud. Invece tra Palermo e Milano c'è una grande differenza”.

“Il principio della costituzione garantisce la scuola uguale per tutti – conclude l'assessore Giovanna Marano - senza differenze, dovrebbe quindi sotto questo punto di vista garantire flussi finanziari ed investimenti uguali da nord a sud. Nell'investimento per il tempo pieno sono state fatte delle disparità. Differenze insopportabili che richiedono al governo nazionale subito scelte obbligate”.

© Riproduzione riservata

TAG:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X