stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Furti di auto e moto in mezza provincia, arrestati 7 palermitani di Brancaccio

Furti di auto e moto in mezza provincia, arrestati 7 palermitani di Brancaccio

Furti di auto e moto, ma anche rapine, ricettazione, riciclaggio ed estorsione con il metodo del cavallo di ritorno. Sono le accuse nei confronti di una banda scoperta dai carabinieri della Compagnia di Misilmeri. I militari questa mattina hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dall’Ufficio del Giudice per le Indagini preliminari del Tribunale di Termini Imerese nei confronti dei 10 componenti del gruppo criminale.

Auto e moto rubate dalla banda, ecco chi sono i 7 arrestati a Palermo: oltre 20 furti in 5 mesi

Gli arresti sono sette: due persone sono finite in carcere (i capi e promotori della banda), 5 ai domiciliari. Per 3 persone invece è stato disposto l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. I destinatari della misura sono tutti residenti a Palermo, nel quartiere Brancaccio e già noti alle forze dell'ordine.

Le indagini hanno permesso di svelare l'organizzazione della banda, strutturata in maniera stabile e con uno schema gerarchico. Ogni componente aveva un ruolo ben definito e agiva secondo un consolidato sistema. Il gruppo criminale si occupava soprattutto del furto di auto e ciclomotori che venivano poi impiegati per ulteriori furti o rapine o per utilizzarne i componenti o per il cosiddetto “cavallo di ritorno” nei confronti dei proprietari dei mezzi.

I furti avvenivano soprattutto di notte e con una precauzione da parte dei membri della banda che agivano sempre con mezzi precedentemente rubati e con targhe diverse e con il volto coperto.

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Termini Imerese, sono state condotte dai carabinieri di Misilmeri tra il febbraio ed il luglio del 2019. Oltre all'individuazione dei vertici e dei componenti dell'associazione che operavano in provincia di Palermo, è stato possibile recuperare numerosi veicoli che sono stati poi restituiti ai legittimi proprietari.

Oggetto dei furti erano soprattutto Vespe 50 Special, particolare che ha dato il nome all’operazione. Complessivamente sono stati accertati oltre 20 casi nei comuni di Bolognetta, Misilmeri, Marineo, San Giuseppe Jato, Belmonte Mezzagno, Ficarazzi, Bagheria e Monreale.

© Riproduzione riservata

TAG:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X