stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Pasqua in zona rossa, palermitani non rinunciano allo sport: "Esagerato correre solo nell'isolato"

Pasqua in zona rossa, palermitani non rinunciano allo sport: "Esagerato correre solo nell'isolato"

Nonostante le restrizioni non si rinuncia allo sport. I corridori e i ciclisti sono costretti però a rimanere intorno agli isolati di residenza, evitando le aree verdi che sono transennate e presidiate dalle forze dell’ordine.

“Proviamo ad allenarci, con pazienza e spirito di adattamento, è l’unica cosa che ci è rimasta per sentirci vivi - commenta Giuseppe Alcamo - non capisco però perché è possibile andare in Spagna e non correre al parco con distanziamento. Farlo nel perimetrale di casa non è salubre, si respira lo smog”.

“Credo che sia un po’ esagerato - dice poi Alessandro Tripi - se si fa sport in modo individuale non dovrebbe esserci alcun problema”.

Nel frattempo sono stati predisposti massicci controlli delle forze dell’ordine: oltre 150 uomini dei Carabinieri presidiano la città, da piazza Croci fino al Conca D’Oro, e 350 la provincia, mentre la Polizia si occupa del resto di Palermo.

 

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X