stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Lavori a Mondello, l'Iss: "Al mare servirà distanziamento, nessun rischio da sabbia e acqua"

Lavori a Mondello, l'Iss: "Al mare servirà distanziamento, nessun rischio da sabbia e acqua"

L'ultima ordinanza di Nello Musumeci ha dato il via libera ai gestori dei lidi di preparare le strutture e avviare le manutenzioni. Ed ecco che a Mondello sono partiti i lavori in spiaggia, come si vede da questo video. Presto però per dire quando la stagione potrà davvero cominciare.

"Abbiamo avviato i lavori in esterna dopo avere completato le procedure necessarie - spiega l’amministratore dell’Italo Belga, Antonio Gristina -. Procederemo per step con tutte le precauzioni del caso, ma aspettiamo le indicazioni e le modalità per lo sviluppo delle attività balneare. Le norme terranno conto dei pareri del comitato tecnico scientifico e a quelle ovviamente ci atterremo".

Il direttore del Dipartimento malattie infettive dell'Istituto superiore di sanità Gianni Rezza, intanto, invita alla prudenza: "Per parlare di vacanze è ancora un po' presto - afferma - ed è necessaria cautela. Se la situazione epidemiologica "confermasse l'attuale trend di miglioramento, allora ci si augura che gli italiani possano andare in vacanza, ma in questo caso si potrebbe andare in spiaggia ed al mare solo rispettando scrupolosamente il distanziamento sociale".

L'estate è alle porte ma i dubbi sono ancora tanti.  "Se il trend sarà di continuo, ulteriore miglioramento - spiega l'esperto - allora si potrà pensare alla prospettiva delle ferie estive, ma sempre con estrema cautela e prudenza perchè il virus, purtroppo, non scomparirà". In spiaggia, quindi, "il problema maggiore sarà rappresentate proprio dal rispetto del distanziamento sociale. Se andremo al mare, come speriamo, sarà quindi essenziale il distanziamento appunto perchè il virus continuerà a circolare. Ci vorranno dunque più controlli e vanno pensate modalità di sicurezza, dal numero di ombrelloni a distanza nei lidi, ad esempio, allo scaglionamento delle presenze".

Riferendosi invece all'acqua marina e alla sabbia, Rezza tranquillizza sottolineando come non vi siano evidenze di trasmissione del SarsCov2 attraverso tali elementi. Il problema "centrale e sul quale mi focalizzerei - ribadisce - resta quello del distanziamento tra le persone, con la priorità di evitare assembramenti". La questione tuttavia è "complessa - precisa l'esperto - e va anche valutato il peso degli spostamenti delle persone da una zona all'altra per raggiungere eventualmente le località di mare e di vacanza. Cruciale resta insomma l'andamento della curva dei contagi a seconda delle aree e andranno fatte opportune valutazioni".

Video di Marcella Chirchio

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X