stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Viaggio tra i piloni malconci della Palermo-Sciacca: "Si intervenga sul ponte allo svincolo per Piana"

Viaggio tra i piloni malconci della Palermo-Sciacca: "Si intervenga sul ponte allo svincolo per Piana"

Piloni malconci che mettono in pericolo gli automobilisti. È quanto fa notare a GdS.it, a proposito di un ponte della SS624 allo svincolo per Piana degli Albanesi, il deputato regionale Vincenzo Figuccia.

Circa un anno fa era stato messo in atto un intervento per ricongiungere due pilastri del sottopassaggio "che stanno  ancora allontanandosi. E il rischio - avverte Figuccia - è che, qualora dovesse scendere un'entità d'acqua profonda, questo sottopossaggio possa scomparire".

"Io non sono un tecnico - continua Figuccia - e vedo come è stata avviata, e sia permanente, l'attività di manutenzione di questa strada. Ma ciononostante è evidente che questi lavori sul manto stradale siano stati fatti mi mi chiedo come. È necessario che questi interventi vengano posti in essere in modo che i cittadini possano percorrerla in sicurezza".

A mostrare i segni del tempo sui piloni del sottopossaggio tra spaccature e detriti, anche Giuseppe, il proprietario di un agriturismo della zona di Piana degli Albanesi che ha fatto notare come due piloli "erano uniti una volta e poi si sono staccati. Si aprono sempre nonostante gli interventi".

Ad aggravare la situazione l'acqua che "dalle montagne viene convogliata nel sottopassaggio". “D’inverno è un fiume di acqua – aggiunge – si infiltra e non fa bene alla strada”. Nei mesi scorsi sono stati installati dei vetri per monitorare gli spostamenti del pilone ma “dopo qualche mese - aggiunge - si sono rotti facendo riappararire la crepa”. Sintomo che i piloni continuano, con il tempo, a spostarsi.

Dall'Anas fanno sapere però che la situazione dei viadotti in Sicilia è sotto controllo e che vengono monitorati costantemente. A dimostrarlo il fatto che continuinino ad essere ancora percorribili. Quando necessario, precisa la società, vengono programmati lavori di messa in sicurezza e, se si ritiene necessaria, anche la chiusura del tratto stradale in via precauzionale.

L'Anas replica: "In merito al video che si riferisce alla strada statale 624 “Palermo-Sciacca”, dove viene ripreso il viadotto “Fratantoni” che si trova al km 18 della statale, lungo 670 m, è stato recentemente oggetto di una operazione di ripristino dei copriferri ammalorati che hanno interessato quattro pile. Sono in programma ulteriori lavori su altre pile del viadotto, finalizzati al completamento dell’intervento. Trattandosi, comunque, di ripristini corticali, non si ravvisano ad oggi problemi alla staticità dell’opera. Lo scatolare riportato nel video si trova al km 19,300 e presenta un giunto di congiunzione longitudinale, dovuto alla tipologia costruttiva dello stesso, costituito da due corpi in calcestruzzo armato indipendenti ed accostati. In passato, nel corso dei decenni, c’è stato un piccolo assestamento ormai esaurito, accertato che non si ravvisano più movimenti tra i due corpi. L’intervento di ripristino evidenziato nel video ha interessato soltanto i copriferri ammalorati in corrispondenza del giunto, pertanto anche questo di natura superficiale. Sul video appare anche il viadotto Torrentella, al km 7 della statale, oggetto dei recenti lavori di sostituzione delle barriere di sicurezza con posa di piastra in acciaio per il rinforzo di cordolo e soletta. E’ stato recentemente eseguito un intervento di ripristino della pavimentazione sul lato destro dello stesso e a breve cominceranno analoghi lavori sul lato sinistro, onde rendere transitabile il piano viabile"

Video di Marcella Chirchio

© Riproduzione riservata

TAG:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X