Boris Giuliano, il ricordo di Cortese e Grasso: "Le sue parole ancora attuali"

"Leggere le parole che Giuliano pronunciò poco prima della sua morte, negli anni Settanta, fa capire che aveva una capacità di esecuzione e di analisi incredibile - dice il questore Renato Cortese -. Quelle parole oggi sono di attualità. Pensare che lui le ha dette più di 40 anni fa fa capire quale mente investigativa fosse. Siamo qui a ricordare con fierezza quell'uomo in una Sicilia che ha messo in ginocchio Cosa Nostra".

"Sembra ieri il suo omicidio. Con Boris Giuliano stavamo nello stesso quartiere, ci incontravamo a villa Sperlinga, c'era un rapporto di lavoro. Per me sono sempre ferite che si riaprono. A Palermo c'è voglia di mafia? C'è bisogno di qualcuno che garantisce la stabilità di rapporti, e spesso non c'è, e purtroppo la mafia fa questo, fa rispettare gli accordi", dice Piero Grasso.

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X