stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Inzerillo, il boss rivale di Totò Riina: "Ma quali guerre, Cosa Nostra non esiste"

Inzerillo, il boss rivale di Totò Riina: "Ma quali guerre, Cosa Nostra non esiste"

"Ma quali guerre, ma quale Cosa Nostra? Non so di cosa parla. Si, sono tornato dagli Usa dove si stava meglio che in Italia però non ne vorrei parlare".

Francesco Inzerillo appartenente alla nota famiglia di mafia italo americana ha rilasciato una dichiarazione a Klaus Davi realizzata per "Fatti e Misfatti i fuorilegge" trasmissione condotta da Paolo Liguori sul canale 51 di Mediaset .

"Palermo si è molto impoverita sono tornato non per i motivi che dice lei ma perché la mia famiglia è qua. Tutto quello che dicono è fantascienza".

Ammette di "avere un cognome importante penso di pagare un prezzo per questo ma le accuse che mi sono state rivolte sono ingiuste. Su di me non esiste neanche una intercettazione.

"L'ultima indagine sulla nuova Cupola di Cosa nostra ha svelato gli incontri fra l'erede di Riina, Settimo Mineo, con il boss Francesco Inzerillo, il fratello di Salvatore, uno dei mafiosi più autorevoli di Palermo, fatto uccidere proprio da Riina nel 1981".

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X