stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca "A rischio 3mila lavoratori in Sicilia": protesta dei dipendenti Tim

"A rischio 3mila lavoratori in Sicilia": protesta dei dipendenti Tim

PALERMO. Non ha tregua la protesta dei dipendenti Tim (ex Telecom).

Oggi pomeriggio, circa 500 lavoratori si sono dati appuntamento  in via la Malfa 15, davanti alla sede Tim DR 7, per poi sfilare in corteo lungo la stessa via sino all’incrocio con via Enzo Biagi (ex via Nuova), per ritornare indietro in via La Malfa. In Sicilia sono a rischio circa 3mila lavoratori.

Da oggi fino a martedì sono state indette 4 ore di sciopero e il 13 sarà proclamato uno sciopero nazionale.

Durante il corteo con maschere di cartone è stato inscenato il funerale dei lavoratori con striscioni con frasi del genere: “Vogliono seppellire la nostra storia, la nostra azienda, il nostro salario, i nostri diritti, la nostra dignità”, “Non farti seppellire vivo”, “Partecipa alla lotta”.

L’oggetto della protesta è rappresentato dai tagli dichiarati dall’azienda con la disdetta unilaterale della contrattazione di secondo livello.

“Dietro l’angolo c’è la paura che l’Agcom imponga a Telecon di suddividere la rete e questo creerebbe circa 8 mila esuberi e ancora che si dia il via libera agli altri operatori che si appoggiano a Telecom di gestire singolarmente impianti e guasti”, dicono i lavoratori.

Immagini di Marcella Chirchio

© Riproduzione riservata

TAG: ,

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X