stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Molotov a Palermo, Ruperti: "La composizione dell'ordigno lascia pochi dubbi: si tratta di dolo"

Molotov a Palermo, Ruperti: "La composizione dell'ordigno lascia pochi dubbi: si tratta di dolo"

PALERMO. "Pensiamo di aver individuato entrambi gli autori, e i fatti raccontati dai ragazzi coincidono". Inizia così il commento del capo della Squadra mobile, Rodolfo Ruperti dopo il fermo del presunto complice di Benedetto Fici, 77 anni, l'uomo fermato ieri con l'accusa di avere lanciato alcune bombe molotov contro una coppia di fidanzati che si trovavano all'interno di una tenda piazzata dentro un casolare nelle campagne della borgata palermitana di Ciaculli.

Lui è Antonino Faraone, 78 anni. "La composizione dell'ordigno lanciato contro i due giovani lasciano pochi dubbi: si tratta di dolo".

Immagini a cura di Marcella Chirchio

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X