stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Grasso agli studenti: "Nessuno cambierà i principi della Costituzione"

Grasso agli studenti: "Nessuno cambierà i principi della Costituzione"

PALERMO. Oltre quattrocento studenti hanno accolto con un applauso il presidente del Senato Pietro Grasso ai cantieri culturali della Zisa, a Palermo, che presenzia alla presentazione dei lavori realizzati dai ragazzi su «Costituzione, cittadini partecipi», promosso dal Comitato Partecipalermo, in collaborazione con il dipartimento di Diritto pubblico dell'università di Palermo e l'Anfe. «I principi fondamentali della Costituzione nessun governo potrà mai cambiarli. E questo è un patrimonio fondamentale della nostra Repubblica», ha detto il presidente del Senato.

Il progetto, partito a dicembre scorso, ha coinvolto le classi di sette istituti superiori, nonché quelle del progetto formativo Anfe, è stato realizzato con l'obiettivo di sensibilizzare le nuove generazioni alla conoscenza dei principi fondamentali e dei valori contenuti nella Costituzione. Durante l'iniziativa gli studenti hanno mostrato alcuni video; al termine della sua lectio magistralis il presidente del Senato Pietro Grasso donerà ai ragazzi una riproduzione della Carta fondamentale della Repubblica italiana con le firme dei padri costituenti.

«C'è un referendum che sarà sottoposto ai cittadini e in questo momento è un bene sensibilizzare chiunque ai valori della nostra Costituzione, in modo da poter partecipare al dibattito e alla dialettica su temi così importanti». ha spiegato Pietro Grasso ai cronisti a margine dell'iniziativa.

«I principi fondamentali della Costituzione sono immutabili - ha aggiunto -. Avere questa consapevolezza significa formare i giovani, i cittadini di domani a poter godere dei propri diritti e essere consapevoli dei propri doveri» ha aggiunto.

Poi Grasso, parlando ancora dei principi costituzionali ha detto: «Sono la base dell'etica e della morale che può costruire la democrazia e un sistema di valori eterno e immutabile».

Le immagini sono di Piero Longo. 

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X