stampa
Dimensione testo

Truffa assicurazioni, il capo della Dia: "Vittime partecipi dell'organizzazione criminale" - Video

"Un'organizzazione criminale senza scrupoli che, pur di lucrare, era capace di infliggere alle vittime delle sevizie gravi. Vittime che però, a loro volta pur di continuare a guadagnare pochi euro diventavano procacciatori di altre vittime diventando così partecipi dell'organizzazione criminali". Lo dice il colonnello Riccardo Sciuto, capo della Dia di Palermo commentando il blitz sulle truffe alle assicurazioni che oggi ha portato all'arresto di dieci persone accusati di aver assoldato persone pagate per farsi sfregiare in varie parti del corpo per simulare falsi incidenti.

"E' chiaro che per trovare delle vittime disponibili a farsi rovinare da danni così gravi come la rottura di una gamba o uno sfregio permanente sul viso, fatte senza anestesia,  bisogna andare in margini della società particolarmente degradati", aggiunge Sciuto.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X