stampa
Dimensione testo

Cittadinanza onoraria a Romeo: Palermo è nel mio Dna - Video

PALERMO. Dopo aver ricevuto la cittadinanza onoraria di Palermo, l'ex arcivescovo cardinale Paolo Romeo commenta così: "La mia vita per 9 anni si è intessuta con la città di Palermo. In questi nove anni - ha detto - ho conosciuto tanti aspetti belli ma anche tante sofferenze. Porterò questa città nel mio cuore, servendola con le mie preghiere. Si dice che ogni 7 anni si rinnovano le cellule, le mie sono ormai palermitane. Palermo fa parte del mio Dna".

A conferire la cittadinanza il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando. Un riconoscimento assegnato, si legge nella determinazione sindacale "per la dedizione e la determinazione con la quale ha sostenuto il processo di beatificazione di Don Pino Puglisi, primo martire barbaramente ucciso per mano mafiosa, in odium fidei; per la sua azione pastorale ispirata al principio più caro al Beato Pino Puglisi, per il quale "se ognuno fa qualcosa, insieme possiamo fare molto; per la cura e l'attenzione con cui ha seguito la visita di Papa Benedetto XVI, che dopo 15 anni di assenza ha consentito a Palermo il privilegio e la gioia di accogliere il Vescovo di Roma; per il forte impulso dato alla Caritas diocesana e per aver accompagnato i cittadini palermitani nel loro cammino non solo spirituale ma anche umano, ascoltando gli umori, le sofferenze e le voci del popolo e della strada con atteggiamento paterno di solidarietà e di misericordia".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X