stampa
Dimensione testo

Canile municipale di Palermo, la ristrutturazione resta un miraggio - Video

PALERMO. Da mesi, se non addirittura anni, si parla di un’ “imminente” ristrutturazione del canile municipale di via Tiro a Segno, a Palermo. Ad oggi, però, nulla è stato fatto e nella struttura municipale ad oggi ci sono più di 150 cani.

Se ne è parlato oggi a Ditelo a Rgs, ospite l'assessore comunale ai Diritti degli animali: "Si sta mantenendo la linea iniziale - ha spiegato in radio - ovvero quella dei trasferimenti al fine di sgomberare i locali di via Tiro a Segno e dare inizio ai lavori di ristrutturazione".

Intervenuti anche alcuni radioascoltatori. Tra loro Teresa D'Alcamo: "Il sindaco Orlando è stato molto solerte a chiudere il canile x motivi igienici. La settimana scorsa è stata fatta la disinfestazione, ma ancora il canile resta chiuso. Continuamo a sperperare soldi ricoverando i cani in strutture private".

Un sms è arrivato da Pino Leto che ha segnalato la presenza di un cane randagio vittima di un incidentato nel quartiere Vucciria: "I cittadini chiamano canile municipale, polizia municipale, Protezione animali di Palermo ed è un continuo rimpallo di competenze. Nessuno si fa vivo. I cittadini hanno così deciso, a spese loro, di portare il cane con la schiena fratturata, presso una clinica veterinaria. Il cane che è stato soccorso sarà presto adottato da una famiglia. Impossibile aiutare i cani della città senza l’aiuto del Comune".

 

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X