stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Prosegue la protesta dei forestali a Palermo, chiusi i varchi all'Ars

Prosegue la protesta dei forestali a Palermo, chiusi i varchi all'Ars

PALERMO. Chiusi i varchi d'accesso a Palazzo dei Normanni, presidiato dalle forze dell'ordine, mentre un gruppo di forestali staziona davanti alla sede dell'Assemblea, in attesa di avere notizie sull'emendamento del governo per il finanziamento delle attività di forestazione, che dovrebbe essere discusso in aula questa sera. La commissione Bilancio intanto sta esaminando il nuovo testo del governo che avrebbe previsto una trentina di milioni, aumentando dunque il budget iniziale che era pari a 11,5 mln.

«Speriamo che entro stasera si voti la modifica all'emendamento e si vada al voto in aula. Ogni giorno che passa i lavoratori perdono giornate di lavoro. I 78ottisti oggi sono scesi a 76 giornate e domani saranno a 75», dice il segretario della Flai Cgil di Palermo Tonino Russo, nell'attesa che la commissione Bilancio approvi la modifica del testo che inserisce nuovi fondi di finanziamento per anticipare
parte del pagamento delle giornate ai forestali, in tutto 23 milioni, sostiene il sindacato, ricavati dal fondo di riserva della Regione e non più uno stanziamento di 12 milioni. Nell'attesa  degli 88 milioni della delibera Cipe. Le segreterie provinciali di Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil stamattina sono state ricevute dal vice prefetto vicario di Palermo, alla quale hanno rappresentato la drammatica situazione
in cui si trovano i forestali della provincia di Palermo, e il «conseguente tragico risvolto socio-economico» per il nostro territorio dovuto all'assenza di reddito di interi nuclei familiari«. E hanno chiesto al Prefetto di intervenire nei confronti del governo nazionale e regionale affinchè la vertenza dei forestali si chiuda nel più breve tempo possibile e i forestali possano tornare al lavoro.

Traffico paralizzato nella zona di piazza Indipendenza a Palermo. Da ore ormai con la protesta dei forestali la zona è completamente bloccata. Lunghissime le code e tanti i disagi per gli automobilisti. I forestali non presidiano solo la zona di Palazzo D'Orleans, sede del governo regionale, ma anche l'inizio di Corso Calatafimi.

Una manifestazione dei forestali sta mandando in tilt il traffico nel centro di Catania, paralizzando la circolazione nella zone attigue la via Etna e piazza Stesicoro. Dopo avere protestato, dalle 15, davanti la sede della Prefettura i lavoratori, spiegano Cgil, Cisl e Uil,
«di fronte al silenzio dell'Ars e del governo regionale sul loro futuro hanno dato vita a un'iniziativa spontanea di protesta».

© Riproduzione riservata

TAG: ,

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X