stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Ritardo di 3 mesi negli stipendi, protesta dei forestali a Palermo

Ritardo di 3 mesi negli stipendi, protesta dei forestali a Palermo

Si arriva a questo paradosso: quando i soldi non ci sono i forestali non vengono avviati al lavoro. Quando i soldi ci sono, i forestali lavorano ma non vengono pagati

PALERMO.  Sit-in di protesta dei forestali davanti alla sede dell'assessorato regionale all'Economia, in via Notarbartolo, a Palermo. La manifestazione è stata promossa dai sindacati di categoria Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil, che lamentano la mancata erogazione di tre mensilità. Sul posto le forze di polizia.

«I forestali hanno lavorato dal mese di maggio senza percepire un euro di stipendio - spiega il segretario della Flai Cgil di Palermo, Tonino Russo -. E i progetti erano già finanziati dal 2014». «Il dramma della mancata erogazione delle tre mensilità - aggiunge - colpisce in particolar modo i forestali di Palermo: un terzo dell'intero contingente che opera nei  boschi risiede e opera nella nostra provincia.

Sono circa 3.500 gli addetti del territorio di Palermo che pur avviati al lavoro non percepisco lo stipendio. E altri 3 mila sono i 68ottisti palermitani (8 mila in Sicilia) che non hanno fatto un solo giorno di lavoro in tutto il 2015 e ancora oggi non ci sono notizie circa la loro assunzione».

«C'è un grande stato di incertezza che grava sui livelli occupazionali di tutto il settore nonostante le rassicurazioni giunte dal governo regionale e dal dipartimento», conclude Tonino Russo.

Nel video l'intervista a Gianfranco Blanda della segreteria regionale del Fai Cisl Sicilia

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X