stampa
Dimensione testo

I comici Matranga e Minafò scrivono a Baccaglini: "Ma lei i picciuli ci l'avi?”

PALERMO. In attesa del closing, i comici palermitani Matranga e Minafò scrivono una semiseria lettera al presidente del Palermo, Paul Baccaglini, per cercare di capire le reali intenzioni del successore di Zamparini.

"Caro presidente Baccaglini, le scriviamo per dare voce al pensiero comune di tanti palermitani: 'Ma lei i soldi ce li ha, o no?'", esordisce in dialetto siciliano il duo comico.

"Quello che vogliamo chiedere è: 'Cosa ne vuole fare del Palermo?'. Al di là delle belle parole - continua la lettera - delle conferenze stampa, degli incontri con le istituzioni, lei ha davvero intenzione di portare la squadra a buoni livelli?".

E parlando dei tifosi rosanero, aggiungono: "Per molti, la squadra del cuore è una fede e, come tale, va rispettata. Questa città, scottata dall'ultima gestione Zamparini, ha intenzione di darle fiducia".

© Riproduzione riservata

TAG: ,

PERSONE:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X