stampa
Dimensione testo

Calcio

Home Video Calcio Il Palermo spreca e non vince più, pari con l'Atalanta al Barbera vuoto

Il Palermo spreca e non vince più, pari con l'Atalanta al Barbera vuoto

PALERMO. Il Palermo fallisce l'ennesima occasione di questo campionato e si fa fermare da un'indomita Atalanta che pareggia al Barbera 2-2.

I rosanero devono giocarsi le ultime carte salvezza senza il loro pubblico, dopo il provvedimento del giudice sportivo per gli scontri prima di Palermo-Lazio, ma non riescono ad approfittare dell'istantaneo vantaggio con Vazquez e si fanno rimontare da Borriello e Paletta. Il gol di Struna, a un quarto d'ora dal termine, innesca l'inutile assalto finale. Nel deserto del Barbera, il Palermo va infatti in vantaggio al primo affondo. Cross di Struna per il colpo di testa di Chochev in area. Mano di Bellini e rigore concesso da Doveri. Sul dischetto va Vazquez che non sbaglia.

I rosanero però non approfittano dello sbandamento iniziale degli ospiti e si fanno riprendere all'11'. Anche stavolta la rete arriva su rigore, assegnato dall'arbitro per fallo di Struna su Gomez. Borriello spiazza Sorrentino. Al 20' i bergamaschi sfiorano il raddoppio grazie all'immarcabile (almeno per i difensori rosanero) Gomez che serve Raimondi, dopo aver saltato Hiljemark. Il centrocampista stacca indisturbato ma il suo colpo di testa non è preciso. Dall'altro lato, il Palermo non punge. Un centrocampo senza idee fatica a recuperare palla e servire le impalpabili punte Trajkovki e Djurdjevic.

Ballardini cerca la svolta con l'ingresso di Gilardino per Djurdjevic all'inizio della ripresa, ma a spingere il Palermo sono soprattutto le notizie che arrivano dal Bentegodi con il Chievo in rimonta sul Frosinone, ma i rosanero crollano proprio quando avrebbero dovuto tirare fuori l'orgoglio. Al 10' infatti la punizione di Cigarini trova il solitario Paletta al centro dell'area. Colpo di testa e 2-1 per i lombardi. Ballardini gioca la carta Quaison per Chochev ma i rosa sembrano in trance. L'occasione buona arriva quasi per caso al quarto d'ora con il colpo di testa della difesa ospite su calcio d'angolo per il Palermo. Sportiello vola e intercetta il pallone che però resta lì. Jajalo tenta invano di metterla dentro, l'Atalanta riesce a rinviare. Non può nulla Sportiello al 31' quando Struna approfitta di un rimpallo favorevole, su tiro ribattuto di Jajalo, e pareggia i conti.

Non ha la stessa fortuna Vitiello al 40' quando non sfrutta la respinta di Sportiello su punizione velenosa di Trajkovski. Al 43' altra occasione sprecata per i rosanero, ormai all'arrembaggio. Su cross di Hiljemark, Gonzalez fa un'involontaria sponda per Gilardino che si gira ma non trova la porta. L'Atalanta riparte in contropiede e Diamanti semina il panico facendo espellere Vitiello, costretto a trattenerlo. Il forcing finale non porta buone notizie al Palermo, fermato dall'Atalanta. I rosanero agganciano il Frosinone e attendono un passo falso dei concorrenti nel posticipo Milan-Carpi per continuare a sperare.

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X