stampa
Dimensione testo

Politica

Home Foto Politica Palermo, la denuncia di tre consiglieri: mare inquinato a Barcarello

Palermo, la denuncia di tre consiglieri: mare inquinato a Barcarello

Ferragosto con il mare inquinato dalla fogna per i palermitani e i turisti che scelgono di trascorrere queste giornate a Barcarello, una delle spiagge più belle del capoluogo siciliano. Da due giorni circa si verificano scarichi sotto costa dall’impianto fognario, creando di fatto un danno ambientale all’Area Marina Protetta Capo Gallo-Isola delle Femmine, spiegano il consigliere comunale Nino Randazzo e i consiglieri della Settima circoscrizione Simone Aiello e Giovanni Galioto.

«Il tratto di mare compreso tra punta Matese e punta Barcarello è pieno di reflui, come documentato, un rischio notevole dal punto di vista igienico sanitario», aggiungono i consiglieri, che hanno formalmente ciesto un incontro con l’Azienda municipalizzata per l’acquedotto (Amap) «per acquisire ulteriori informazioni sugli iter necessari per l’attivazione del nuovo impianto di sollevamento liquami di Barcarello, che prevede un sistema di sollevamento dei liquami a monte della borgata» e ne ribadiscono «l'importanza della sua immediata entrata in funzione». Pertanto si chiede all’Amap di ultimare prima possibile le procedure di collaudo tecnico e amministrativo per potere attivare il nuovo impianto». «Vi sono gli estremi per un procurato danno ambientale», affermano i consiglieri, che hanno messo al corrente di quanto accade la procura di Palermo.

Simone Aiello ha anche postato tre fotografie che riproponiamo qui.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X