stampa
Dimensione testo

Economia

Home Foto Economia Fidimed chiude il 2021 in forte crescita, il nuovo piano punta al raddoppio

Fidimed chiude il 2021 in forte crescita, il nuovo piano punta al raddoppio

Con oltre 200 milioni di euro di finanziamenti diretti erogati, nel solo 2021, alle piccole e medie imprese italiane tramite Progetto Easy Plus in partnership con Banca Progetto, cui si aggiungono quasi 30 milioni di garanzie emesse, Fidimed, confidi nazionale 106 vigilato da Bankitalia, ha chiuso il 2021 in forte crescita, ottenendo risultati di gran lunga superiori alle previsioni del piano industriale. Grazie ad un nuovo modello organizzativo più efficiente e dinamico e ad una forte spinta sul settore del direct lending, i ricavi sono più che raddoppiati, attestandosi a circa 10 milioni, utile netto a 410 mila euro (in aumento del 60% rispetto all’anno precedente) e Cost Income Ratio contenuto al 43% dal 64,7% del 2020.

Il bilancio 2021 approvato oggi dal Consiglio d'amministrazione, guidato dal presidente Salvatore Molè e dall’amministratore delegato Fabio Montesano, ha certificato un forte rafforzamento delle misure di contenimento dei rischi e degli Npl (non performing loans, ovvero i crediti deteriorati) con maggiori accantonamenti, e l’incremento della propria solidità patrimoniale, confermata da un Total Capital Ratio salito al 22,49% .

È cresciuta ulteriormente la rete commerciale operativa su tutto il territorio nazionale con oltre 110 fra agenti e società di mediazione creditizia. Fortemente rafforzati i presidi territoriali con le aperture delle sedi di Novara, Bari e Napoli. Il nuovo piano conferma la strategia di crescita anche per linee esterne mediante l’ulteriore incorporazione di confidi minori e l’apertura di nuove sedi in regioni considerate strategiche.

Il nuovo piano industriale al 2024, pur tenendo conto della fine delle agevolazioni statali legate alla crisi pandemica, punta comunque al raddoppio dei volumi di attività, fra erogazioni dirette, garanzie rilasciate al sistema bancario e comparto fideiussioni. Il piano prevede anche investimenti in innovazione tecnologica per orientare le attività creditizie verso il modello fintech, più veloce ed efficiente.

«Siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti che hanno ampiamente superato le previsioni di budget grazie, soprattutto, alle persone che lavorano in Fidimed e per Fidimed e che sono il motore del nostro sviluppo - ha dichiarato l'amministratore delegato Fabio Montesano- . Oggi Fidimed si conferma un punto di riferimento per le pmi italiane delle quali siamo in grado di comprendere i bisogni e affiancarle con soluzioni veloci, innovative e altamente qualificate».

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X