stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Foto Cultura Palermocoropop in piazzetta Bagnasco per commemorare le vittime delle stragi

Palermocoropop in piazzetta Bagnasco per commemorare le vittime delle stragi

A trent'anni dalle stragi di Capaci e di via D'Amelio, l’Associazione Piazzetta Bagnasco si appresta a commemorare le vittime del terribile attentato con uno spettacolo musicale dedicato ai temi della legalità e della lotta alle mafie. Appuntamento a mercoledì 25 maggio alle 18.30 a Palermo, in piazzetta Bagnasco, con Palermocoropop che presenta «Ogni scagghia teni 'na muragghia», musiche e testi di Rosa Balistreri, Ignazio Buttitta, Fabrizio De Andrè, Peppino Impastato, Ennio Morricone, Bruna Perraro, Umberto Santino, Moffo Schimmenti, Mercedes Sosa, Antonio Vivaldi. Partendo dall’ideale che la memoria debba essere coltivata per dare buoni frutti, l’Associazione dei negozianti del piccolo salotto di Palermo, ha voluto dare il suo contributo lanciando delle piccole, ma grandi, iniziative mirate a coinvolgere i cittadini.

Palermocoropop nasce nel 2015 sotto la direzione della maestra Francesca Martino e la collaborazione del chitarrista Gaspare Perricone. Dal 2018 si avvale della collaborazione dei maestri Giovan Battista Evola alla fisarmonica e Paolo Romano alla chitarra. Il suo repertorio spazia dai mottetti cinquecenteschi di Giovanni Pierluigi da Palestrina alle ballate popolari italiane, ai canti tradizionali siciliani fino alle espressioni musicali più̀ contemporanee, con brani di Leonard Cohen, Bob Dylan, John Lennon. Centrale nelle proposte musicali del Palermocoropop è sempre stato l’impegno sociale contro la guerra e tutte le forme di ingiustizia e prevaricazione

Lo spettacolo musicale dà il via a un ricco calendario di eventi realizzato dall’Associazione Piazzetta Bagnasco. Da maggio ad ottobre si darà spazio alla musica, all’arte, alla cultura, agli spettacoli e alle tradizioni enogastronomiche da gustare all’aria aperta. «Abbiamo cercato di mettere in piedi un progetto culturale – afferma Donato Di Donna, presidente dell’Associazione Piazzetta Bagnasco – che coinvolgesse commercianti, residenti e cittadini per dare nuova linfa all’area. Trasformandola in un luogo piacere, dove trascorrere momenti felici e sani. Il Comune ha fatto la sua parte, adesso tocca a noi mantenere viva e in salute la Piazzetta».

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X