stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Foto Cultura Blocks, mostra internazionale a Palermo: le foto dell'ultima visita all’Albergo delle Povere

Blocks, mostra internazionale a Palermo: le foto dell'ultima visita all’Albergo delle Povere

Si è chiusa ieri la mostra Blocks inaugurata lo scorso 5 giugno all’Albergo delle Povere di Palermo, primo grande evento internazionale d’arte ad aver segnato in Sicilia la il ritorno in presenza nei luoghi d’arte dopo la pausa forzata determinata dal Covid.

La mostra a cura delle omonime Daniela Brignone (storica dell’arte) e Daniela Brignone (storica) ha riunito 28 artisti contemporanei provenienti da varie parti del mondo lungo un percorso di 54 opere attorno al tema dei “limiti” e del “muri” della storia e della contemporaneità per provare a interpretarli e superarli.

“In vista della chiusura – dice la storica dell’arte Brignone – venerdì abbiamo voluto organizzare una speciale visita guidata che è andata subito sold out nonostante le temperature davvero impegnative e l’orario di inizio alle 17.30. Segno che anche su temi non semplici come quello che abbiamo proposto, l’arte ha molto da raccontare e, soprattutto, riesce a comunicare più di quanto si creda”.

Alla visita guidata è seguito un breve incontro con la curatrice, con l’artista tedesca Julia Krahn, tra i protagonisti della collettiva, e con la storica dell’Arte del Museo Riso, Rosaria Raffaele Addamo che ha ricordato come alcuni dei temi affrontati dalla mostra siano presenti anche all’interno della collezione permanente del Museo Riso. Tra le opere e gli artisti di cui la Addamo ha parlato, il grande Christian Boltanski, l’artista francese recentemente scomparso che ha realizzato l’allestimento di due sale con le istallazioni “Cappotti neri” e “Teatro d’ombre”.

La mostra Blocks è stata promossa dall’assessorato regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, fortemente voluta dall’assessore Alberto Samonà, e dal museo Riso, insieme all’Ordine degli Architetti di Palermo, al Rotary eclub Colonne d’Ercole di Palermo, all’Istituto dei Ciechi e all’Unione Italiana Ciechi, sezione di Palermo.

Esposti i lavori di:

Eyal Ben Simon (Israele), Liu Bolin (Cina), Paolo Canevari (Italia), Mateusz Choróbski (Polonia), Paolo Cirio (Italia), Andrea De Carvalho (Brasile), Vittorio Corsini (Italia), Doplgenger (Serbia), Osvaldo Gonzáles (Cuba),  Igor Grubić (Croazia), Maryam Jafri (Pakistan), William E. Jones (Stati Uniti), Jon Kessler (Stati Uniti), Sophie ko (Georgia), Julia Krahn (Germania), Sigalit Landau (Israele), Thomas Lange (Germania), Almagul Menlibayeva (Kazakistan), Hassan Musa (Sudan), Adi Nes (Israele), Adrian Paci (Albania), Valentina Palazzari (Italia), Donato Piccolo (Italia), Renato Ranaldi (Italia), Mario Rizzi (Italia), Steve Sabella (Palestina), Philip Topolovac (Germania), Uli Weber (Germania).

© Riproduzione riservata

TAG:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X