stampa
Dimensione testo

Sole Luna Festival, cala il sipario a Palermo: il programma della serata finale

Appuntamento a questa sera allo Spasimo di Palermo con l'evento conclusivo del Sole Luna Festival.

Si inizia alle 19 in Navata con la presentazione delle giurie speciali degli Studenti Liceali e dei Nuovi Italiani, cinque studenti dell’Ateneo palermitano provenienti da Libia, Camerun, Tunisia e Brasile.

Alle 20.30 in Giardino, la presentazione della rete di festival “Film for our future network”, un progetto che mettendo insieme diverse iniziative culturali provenienti da tutta Europa mira a creare un impatto sociale coinvolgendo attivamente i giovani registi per informare e ispirare persone di ogni ceto sociale sulle sfide globali che il nostro mondo moderno deve affrontare.

Alle 21 il via alle proiezioni. Si parte con 1938 Diversi, di Giorgio Treves (Italia 2018, 62’), giurato del festival. Il film indaga in modo approfondito l’avvento delle leggi razziali in Italia, a 80 anni dalla loro promulgazione.

Contemporaneamente in Sala Giardino due corti proiettati in collaborazione con Duemila30, Festival Internazionale di Cortometraggi indirizzato a studenti liceali e universitari: Creole balls / Bolas criollas di Juan Vicente Manrique e Vittorio Dugarte Barbarito (Venezuela, 2018, 12’), che presenta con la leggerezza di una commedia una distopica società venezuelana, oppressa da un surreale totalitarismo; On Scene, di Lisa Hoffman (Germania, 2018, 8’), una riflessione personale sul tema della memoria, rivivendo la tragedia avvenuta nel Mediterraneo il 6 novembre 2017.

Infine, altri quattro cortometraggi per adulti presentati insieme ad Animaphix, il festival Internazionale di Cinema di Animazione: 78 tours, di Georges Schwizgebel (Svizzera 1985, 4’) una breve storia sullo scorrere del tempo a suon di valzer, An ordinary blue Monday di Naomi Van Niekerk (Sud Africa 2016, 4′) che racconta la quotidianità di una ragazza del ghetto tra violenza tragedia, Mercurio di Michele Bernardi (Italia 2018, 10′) storia di un giovane che riesce a sfuggire all’alienazione fisica e mentale della dittatura fascista. Briganti senza leggenda di Gianluigi Toccafondo, (Italia-Francia 2012, 15′) su due ingenui briganti che cercano di derubare una coppia di anziani contadini, che riescono però a vendicarsi.

Alle 22 in Navata le premiazioni dei film vincitori e alle 23 il “Cous cous della pace” offerto da Cous Cous Fest, partner della 14esima edizione di Sole Luna Festival.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X