stampa
Dimensione testo

Al Teatro Massimo di Palermo va in scena la musica francese: a eseguirla l'Orchestra Kids

Il concerto di domenica 26 maggio nella Sala Grande del Teatro Massimo di Palermo è stato interamente dedicato alla musica francese tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, con musiche di Poulenc, Saint-Saëns, Fauré e Ravel. Ad eseguirle la Massimo Kids Orchestra diretta da Michele De Luca e la Cantoria e il Coro di voci bianche del Teatro Massimo sotto la guida di Salvatore Punturo.

Il concerto si è aperto con le Litanies à la Vierge Noire di Francis Poulenc, compositore che fu membro del Gruppo dei Sei insieme a Milhaud e Honegger. A seguire il Concerto n. 1 in la minore per violoncello e orchestra op. 33 di Camille Saint-Saëns, con nel ruolo di violoncello solista il giovane Christian Barraco, primo violoncello della Massimo Kids Orchestra, che al termine del Concerto ha eseguito un bis. A seguire un altro famoso brano di Saint-Saëns, la Danse macabre op. 40, breve poema sinfonico ispirato ad una poesia di Henri Cazalis che descrive la Morte intenta a suonare il violino in un cimitero.

La seconda parte si è aperta con cinque brevi composizioni di Gabriel Fauré: Cantique de Jean Racine op.11, opera giovanile sulla quale il compositore tornò in diverse occasioni per realizzarne versioni differenti, Ave Verum op. 65 n. 1, Maria, Mater Gratiae op. 47 n. 1, Le ruisseau op. 22, che a differenza delle altre non ha ispirazione sacra, e l’Ave Maria op. 67 n. 2. In conclusione una delle opere più amate e conosciute del repertorio francese, il Bolero di Ravel, che con il suo ritmo instancabile ha visto alternarsi gli strumenti e crescere la tensione. Al termine due bis per Kids Orchestra, Cantoria e Coro.

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X