stampa
Dimensione testo

I 40 anni della scuola Aurino e Beltrame, storici ballerini del Massimo - Foto

PALERMO. Quarant’anni sulle punte, sulla scia di chi ha danzato per anni sul palcoscenico del Teatro Massimo. Era il 1974 e due ballerini, l’italiano Ermanno Aurino e il francese Jacques Beltrame decidono di tentare il grande passo, aprire una scuola di danza professionale. Da quel momento i due danzatori si dividono tra il Massimo, dove sono primi ballerini, e i locali della scuola, una delle prime che nasceva a Palermo. Tra i ranghi della scuola, anche la giovane Candida Amato che non perdeva una lezione dei due maestri: sarà lei nel 2001 a rilevare la scuola e trasformarla nell’Associazione Danza che è tutt'ora.

Ermanno Aurino (classe ’35) lascerà il Massimo nel 1980, Jacques Beltrame (classe ’47) dodici anni dopo, ma continuano ad insegnare; dalla loro scuola escono danzatori di alto livello, prima fra tutti Daniela Buson, étoile del Tulsa Ballett, poi Giuseppe Saiola (Teatro Comunale di Firenze), Floriana e Valentina Zaja, Elisa Arnone, Monica Piazza, Gaetano La Mantia, Sonia Rina, Anna Di Martino, Roberta Migliore (ballerini al Teatro Massimo di Palermo) mentre sotto la direzione di Candida Amato, escono Vittoria Valerio, ballerina solista alla Scala di Milano, Gaia Andreanò, anch’essa con ruoli da solista alla Scala, Francesca Bellone (solista al Teatro Massimo), Martina Affaticato (San Carlo di Napoli), Guido Badalamenti (Hessisches Staatballett Wiesbaden), Pietro Chiappara (Ballett Rossa Company Oper Halle) e Pamela Monreale (Cathy Sharp Dance Ensemble di Basilea).

Ma gli allievi non hanno dimenticato i maestri: gran parte di loro volerà a Palermo dove stasera a Villa Pantelleria, Candida Amato ha organizzato una festa che suona come una “serata d’onore”. I quarant’anni della scuola creata da Ermanno Aurino e Jacques Beltrame sarà l’occasione per una “Serata di gala tra danza e arte” alla presenza dei due maestri.

Sul palco, giungeranno dalla Scala Mattia Semperboni e Gaia Andreanò, dal Ballett Rossa Company Oper Halle (Germania), Pietro Chiappara; e dall’Hessisches Staatballett Wiesbaden (Germany), Guido Badalamenti ed Emanuele Rosa; dal Massimo di Palermo, ecco Jessica Tranchina; Floriana e Valentina Zaja, Alessandro Cascioli, Francesca Bellone e Michele Morelli. Ospiti, la catanese Lusymay Di Stefano, ruoli da prima ballerina e solista alla Scala, e il leccese Daniele Francesco Costa, ballerino con ruoli da solista alla Wiener Staatoper.

Coreografie di Alessandro Bigonzetti, Luigi Varriale, Candida Amato e Gaetano La Mantia. Sarà anche un’occasione per rendersi conto dei progressi dei giovani allievi attuali della scuola, impegnati in due momenti della serata. Un messaggio e alcune foto arriveranno invece dal coreografo Marcello Angelini anche a nome dell’allieva più famosa dell’accademia, Daniela Buson.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X