stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Palermo, razziati i locali della scuola Sciascia dello Zen: fermi i laboratori per i ragazzi

Palermo, razziati i locali della scuola Sciascia dello Zen: fermi i laboratori per i ragazzi

Nuovo raid di vandali e ladri in una scuola del quartiere Zen di Palermo. Stavolta è stata presa di mira la Leonardo Sciascia, allo Zen 1. Così, le attività delle Officine Zen di tappezzeria e falegnameria dell'anno scolastico in corso, che avrebbero dovuto avere avvio nei primi giorni del mese di dicembre, per ora sono rinviate. La scorsa settimana gli spazi della scuola hanno subito un furto e tutte le attrezzature dei laboratori non sono più a disposizione di studenti e abitanti. Senza l'attrezzatura non è possibile iniziare i corsi e le attività.

L'associazione Handala, che ha reso noto quanto accaduto, ha avviato una raccolta fondi per chiamare la città a contribuire all'acquisto delle attrezzature rubate.

La storia delle Officine Zen

Da alcuni anni a San Filippo Neri (lo Zen) l'Istituto comprensivo Leonardo Sciascia e l'Associazione Handala hanno attivato le Officine Zen, quattro aule della scuola che sono state ristrutturate nel 2019 grazie al progetto Trame finanziato dal Mibact (in cui partner erano anche Lisca Bianca, Send e l'Università di Palermo). Le aule sono state trasformate in laboratori di falegnameria e tappezzeria rivolti alle alunne e agli alunni della scuola secondaria e agli abitanti del quartiere. Sono stati attivati corsi e laboratori mirati al contrasto della dispersione scolastica, che hanno fornito competenze ad adolescenti e adulti, hanno creato occasioni di apprendimento e socializzazione, hanno riqualificato spazi della scuola rendendoli più funzionali alle attività didattiche e spazi del quartiere nell'ottica di creare luoghi di aggregazione e comunità.

Le attrezzature rubate

Handala ha diffuso un meticoloso elenco delle attrezzature mancanti. Eccolo: compressore ad aria elettrico, trapano a colonna, seghetto alternativo, trapano avvitatore, levigatrice
smerigliatrice, pistola di soffiaggio, troncatrice, set punte avvitatura, sparapunti pneumatica, due trapani con le punte, trapano avvitatore a batteria.

Come contribuire

Si possono donare singoli attrezzi telefonando al numero 3395811817 o scrivendo alla mail [email protected] oppure fare una donazione al link https://gofund.me/391ff114
La stima dei costi per riacquistare tutta l'attrezzatura è 2.500 euro.

Parla Lara Salomone, presidente

«Le Officine Zen sono un luogo di importanza fondamentale per il quartiere - dice Lara Salomone, presidente dell'associazione Handala - e rappresentano uno spazio di apprendimento e di formazione nella direzione dell'autonomia, anche economica, delle famiglie, grazie ai corsi rivolti agli adulti. Inoltre, sono uno strumento di contrasto alla dispersione scolastica perché le attività rivolte agli studenti della scuola media incuriosiscono e formano i bambini e le bambine dando alternative alla didattica tradizionale. Siamo sicure che con un piccolo contributo da parte di tutte e tutti coloro che negli anni hanno seguito le nostre attività, riusciremo senza fatica a raggiungere l'obiettivo e a riattivare quanto prima i corsi e le attività in quartiere».

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X