stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca GDScuola: raccolta differenziata, gemellaggi e cyberbullismo. Protagonisti gli studenti

GDScuola: raccolta differenziata, gemellaggi e cyberbullismo. Protagonisti gli studenti

Raccolta differenziata, viaggi, integrazione, violenza sulle donne e cyberbullismo. Sono soltanto alcuni degli argomenti trattati dell'istituto comprensivo Michelangelo Buonarroti del quartiere Passo di Rigano a Palermo, il liceo De Cosmi e l'istituto Crispi Almeyda di Palermo e riportati da GDScuola di oggi, l'inserto del Giornale di Sicilia dedicato al mondo della scuola, pubblicato ogni giovedì.

"Il bambino non è un vano da riempire ma un fuoco da accendere" e poi "un grammo di pratica vale più di una tonnellata di teoria". Sono i messaggi dipinti alle pareti di una delle aule strategiche dell'istituto comprensivo Michelangelo Buonarroti dove la parola d'ordine è "inclusione", così come vuole la dirigente scolastica Iole Ciaccio. "Cerchiamo di prestare molta attenzione al rapporto con le famiglie, soprattutto in un contesto in cui l'istruzione non è proprio al primo posto", sottolinea la Ciaccio.

Grande attenzione è stata poi riservata al tema della violenza sulle donne: lo scorso 21 novembre la II E ha partecipato ad un incontro con la Polizia.

Il liceo De Cosmi ha invece deciso di adottare gli alberi, coltivandoli, e diventando avamposto della raccolta differenziata dei rifiuti nel quartiere. Già da un paio di anni la scuola ha scelto l’ambiente come una delle tematiche prioritarie su cui lavorare per sensibilizzare gli studenti, avviando tanti progetti che contribuiscano allo scopo, attraverso i dipartimenti di Lettere e di scienze. Il 21 novembre scorso, "Giornata nazionale degli alberi", sono arrivati al liceo circa 36 specie di alberi, acquistati volontariamente dalle singoli classi che li cureranno. Gli alberi saranno tenuti nel cortile della scuola.

Il liceo De Cosmi è poi impegnato nella conoscenza di nuovi Paesi e nuove tradizioni, attraverso stage e gemellaggi. Gli stage sono esperienze di studio all'estero, in particolare in Inghilterra, Irlanda, Francia, Spagna: le scuole scelgono le famiglie dove far alloggiare gli studenti. Si svolgono lezioni di lingua in orario antimeridiano e nel pomeriggio mentre nel fine settimana sono previste gite e visite guidate. Alla fine dello stage viene rilasciato un attestato con la valutazione dei livelli di apprendimento raggiunti. Accanto a questo ci sono i gemellaggi: una diversa proposta di apprendimento linguistico che prevede l'integrazione all'interno di famiglie di un altro paese. Il primo proposto dalla scuola è stato quello con l'Istituto Papa Giovanni XXIII di Stommeln, vicino Colonia.

Attenzione al Cyberbullismo presso l'istituto Crispi Almeyda di Palermo. Lo scorso 31 ottobre la scuola ha partecipato ad un incontro informativo condotto da Francesco Lo Cicero della Polizia postale e da Giovanna Genco dell'Osservatorio contro la dispersione scolastica, distretto 12 di Palermo.

© Riproduzione riservata

TAG:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X