stampa
Dimensione testo

Palermo, dopo 28 anni riaperta la villa a piazza Principe di Camporeale

Era chiusa dal 1990 per il cantiere del collettore fognario sud-orientale della città per il quale è stato realizzato al suo interno un pozzo largo circa 20 metri.  stata riaperta, dopo quasi un anno di lavori di pulizia e ripristino curati dal Coime del Comune. A piazza Principe di Camporeale, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e il presidente della V circoscrizione Fabio Teresi, accompagnati dal vice sindaco e da altri assessori della Giunta comunale hanno simbolicamente tagliato il nastro dello spazio verde restituito ai cittadini.

L'area è stata interamente ripulita dai rifiuti, dopodiché si è proceduto ad una corposa manutenzione del verde storico ed alla piantumazione di nuove aiuole con essenze aromatiche e siepi. La zona è stata anche dotata di un nuovo impianto di illuminazione di panchine e di un percorso fruibile da persone con difficoltà motorie.

Nel frattempo, il chioschetto che chiude uno degli angoli della piazza è stato inserito nella lista di quelli per cui si procederà ad affidamento oneroso e potrà quindi riaprire al pubblico, portando contemporaneamente un introito alle casse comunali.

La storia della villa è intrecciata a quella del cantiere del Collettore fognario, una delle principali opere per la raccolta e lo smaltimento delle acque reflue della città. Proprio al centro della villa, nel 1990 era stato realizzato un grande pozzo e quindi tutta l'area era stata chiusa per motivi di sicurezza.

Negli ultimi anni il Comune si è attivato per la ripresa del cantiere, collaborando con il Commissario unico per la depurazione incaricato dal Governo nazionale. Attualmente è in fase di revisione il progetto esecutivo col quale si potrà bandire la gara d'appalto. L'area del pozzo rimane tutt'ora inaccessibile per motivi di sicurezza, recintata da una alta palizzata che il sindaco invita i bambini e gli studenti della vicina scuola "Ievolella" del Centro di educazione degli adulti a dipingere e colorare, "per contribuire a dare una nuova vita alla villetta".

Commentando la riapertura,  il sindaco ha sottolineato che "questa è avvenuta interamente grazie a fondi, progetto e maestranze del Comune, in sinergia con la Circoscrizione e con i tanti cittadini del quartiere che da tempo reclamavano un nuovo spazio di socialità. Questa riapertura sarà di buon auspicio anche per la ripresa dei lavori del cantiere, che porteranno un miglioramento ad un'area vastissima della città, a partire proprio da questa piazza dove si potrà procedere alla definitiva chiusura del pozzo."

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X