stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Furti e rapine ai Tir al porto: 3 condanne e un'assoluzione - Nomi e foto

Furti e rapine ai Tir al porto: 3 condanne e un'assoluzione - Nomi e foto

di

PALERMO. Furti e rapine in serie ai tir che arrivavano al porto di Palermo. La scoperta della Guardia di finanza, dopo quasi due anni di indagine, ha portato a tre condanne e un’assoluzione nel troncone del processo che si è svolto con il rito ordinario.

A ottobre 2013, i finanzieri arrestarono 21 persone per sequestro di persona a scopo di rapina, rapina  aggravata, furto aggravato, ricettazione e traffico di prodotti contraffatti. La seconda sezione del tribunale di Palermo ha condannato a quattro anni Giovanni Abbate, tre anni per Cesare Galluzzo, sei mesi per Vincenzo Polizzi. Assolto Benito Zambito, assistito dall’avvocato Salvatore La Vardera che ha dimostrato, attraverso indagini difensive,  che l’imputato non faceva parte dell’organizzazione e non aveva fatto nessun furto.

Secondo le indagini delle fiamme gialle, la pianificazione dei colpi sarebbe avvenuta all'interno del porto di Palermo, dove uno dei vertici dell'organizzazione avrebbe gestito una società presso la "banchina puntone" (poi sequestrata dal Tribunale di Palermo ai sensi della normativa antimafia), operante nel settore "trasporti" della logistica portuale che, oltre controllare i prezzi del comparto e le assegnazioni dei diversi trasporti ai singoli vettori, avrebbe monitorato per conto della banda arrivi e partenze dei carichi più interessanti, organizzando fasi dei furti e delle rapine.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X