stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Palermo, i successi del Telimar senza pubblico. Giliberti: "Situazione mortificante"
PALLANUOTO

Palermo, i successi del Telimar senza pubblico. Giliberti: "Situazione mortificante"

pallanuoto, telimar, Marcello Giliberti, Palermo, Sport
Lo Dico nel corso di una partita di Euro Cup

Il Telimar vince... senza pubblico. Questa la situazione che deve fronteggiare il Telimar Palermo, squadra di Serie A1 di pallanuoto, costretta a giocare in un impianto chiuso al pubblico perché  la piscina olimpica di viale del Fante non ha l'agibilità per le tribune. In poco più di tre settimane la formazione allenata da Baldineti ha disputato ben undici incontri tra Coppa Italia, campionato di A-1 e torneo europeo con un bottino di 10 vittorie e un pareggio.

Il Telimar non ci sta e chiede pronti interventi

Il club palermitano non ci sta e per bocca del presidente Marcello Giliberti torna a manifestare l'amarezza e il disagio per la situazione: "La responsabilità del mancato rinnovo dell’agibilità provvisoria della piscina olimpica comunale resta esclusivamente in capo all’ufficio sport del Comune di Palermo, che non ha nei mesi scorsi prodotto la documentazione che la (incolpevole) Commissione che si occupa del relativo rilascio ha richiesto in occasione dei precedenti sopralluoghi."

Giliberti spiega: "Ho sollecitato all’ufficio sport, prima a luglio, poi ad agosto, poi ad inizio settembre, ed in ultimo a mezzo Pec in data 23 settembre, di definire tutto ciò che era necessario per poter avere rinnovata la agibilità provvisoria, evidenziando le nostre scadenze di fine settembre, ma nulla, proprio nulla è stato trasmesso alla competente Commissione prima di lunedì 4 ottobre, giorno in cui ad ora di pranzo ha richiesto formalmente il rinnovo dell’agibilità provvisoria alla (incolpevole) commissione coordinata dall’attento ingegnere Botindari, trasmettendo soltanto parte della documentazione necessaria, con il nostro primo impegno casalingo ufficiale per l’esordio di Campionato che dovevamo, ed abbiamo poi giocato e vinto a porte chiuse, martedì 5 ottobre alle ore 16 contro la WP Milano Metanopoli".

E sottolinea: "Ripeto, la responsabilità di questa mortificante situazione è esclusivamente in capo all’ufficio, che nei mesi in cui avrebbe dovuto occuparsi del problema, non lo ha fatto in maniera adeguata. La Commissione, il sindaco, l’assessore allo Sport hanno fatto tutti il massimo per risolvere il problema".

Fino a ora non è arrivato una risposta che chiarisca quando il pubblico potrà tornare sugli spalti.

Il 23 si torna in vasca

Nell'attesa di ritrova i tifosi alla piscina Olimpica, il Telimar pensa ai prossimi impegni. Il ritorno in vasca è fissato per il 23 ottobre con l’incontro casalingo di A-1 con il Trieste e poi la partita all’Olimpica per il match di ritorno dei quarti di Euro Cup.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X