L'EVENTO

Oncoematologia pediatrica del Civico di Palermo, triangolare di calcio per gli ex pazienti

Palermo, Sport

PALERMO. Hanno scelto di chiamarsi Sporting Warriors, i ragazzi della squadra di calcio dell'Aslti, l'associazione siciliana lotta alle leucemie e ai tumori infantili, formata da ex pazienti dell'Oncoematologia pediatrica dell'Ospedale Civico di Palermo con la voglia di vincere.

Scenderanno in campo, con una rappresentativa rinnovata, nel triangolare di calcio “Play for life”. L'appuntamento è per domenica 22 aprile, alle 14.30, al campo Asd S. Ernesto, in via Galileo Galilei 50 A.
Sfideranno la squadra formata da medici e personale del reparto e quella del sindacato di polizia SIULP.

Gli Sporting Warriors sono dieci ragazzi con un'età compresa tra i 16 e i 35 anni guariti da leucemie o tumori. Avranno un avversario “speciale”, sarà in campo con una squadra che partecipa al torneo, il primario dell'Unità Operativa di Oncoematologia pediatrica del Civico, Paolo D'Angelo che conosce la loro storia “clinica” ma soprattutto il percorso di vita e di lotta contro le leucemie e tumori infantili.
La formazione, con altri giocatori, aveva debuttato lo scorso anno, ad aprile, partecipando a Milano al primo torneo di calcio a sette che ha coinvolto rappresentative di 18 associazioni italiane delle Oncoematologie pediatriche, tutte aderenti alla Fiagop, La Federazione Italiana delle Associazioni Genitori in Oncologia pediatrica.

Squadra rimaneggiata, dunque, ma con gli stessi allenatori: Giuseppe Furfari e Enzo Uccello da anni impegnati con l'Aslti, che ha organizzato il triangolare.
Il preparatore è il dottore Francesco Fricano che segue i ragazzi dal punto di vista atletico ed alimentare.
“Sono stati tanti gli sponsor che hanno aderito all'iniziativa - sottolinea Ilde Vulpetti, direttrice dell'area operativa di Aslti - Liberi di Crescere - hanno donato alla squadra l'abbigliamento, le tute, i borsoni, e ci hanno sostenuto nell'organizzazione. A conferma che lo sport unisce nella condivisione di valori importanti nei quali la nostra associazione crede e che intende rilanciare con questo torneo, primo fra tutti la speranza della guarigione, primo importante messaggio che vogliamo lanciare insieme ai ragazzi”.
La rappresentativa è aperta comunque anche a ex pazienti curati in altri ospedali. Si attendono adesioni.  I ragazzi della Sporting Warriors sono Alessandro Bruno, Salvatore Giaccone, Andrea Sampino, Andrea Zito, Angelo Pappalardo, Davide Corsale, Daniele Portaro, Leonardo Mustaccia, Roberto Asciutto, Gabriele La Licata.
Vivono, lavorano e studiano a Palermo e in provincia.

Sono previsti per la squadra altri impegni in calendario: la seconda edizione del torneo nazionale Winners Cup, a Milano, e il torneo Arcobaleno Cup con il CSI Palermo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X